Come legare correttamente l'unità di condizionamento d'aria

Il sistema di alimentazione dell'aria è spesso dotato di un dispositivo come un riscaldatore. Questo è il dispositivo con il quale l'aria viene riscaldata (o raffreddata), quando quest'ultima, che viene pompata dal ventilatore, passa attraverso gli elementi di riscaldamento (raffreddamento) dell'apparecchiatura. Il sistema di riscaldamento per l'aria di alimentazione è così semplice che il processo stesso è considerato molto efficiente. Ma la cosa principale in questo business è organizzare correttamente le tubature di alimentazione.

Tipi di riscaldatori d'aria

I riscaldatori stessi sono divisi in tre gruppi, che differiscono l'uno dall'altro dal vettore di calore.

  1. Steam. All'interno del dispositivo c'è il vapore, che si forma nel generatore di vapore. Questo tipo di unità di trattamento dell'aria è utilizzato solo nell'industria.
  2. Elettrico. Queste sono le installazioni più semplici in termini di legatura e montaggio. Il riscaldatore è semplicemente collegato alla rete di alimentazione elettrica, a causa della quale gli elementi riscaldanti vengono riscaldati. Un'opzione efficace se è necessario riscaldare una piccola casa con un'area non superiore a 100 m².
  3. Acqua. Nelle case private questa variante del sistema di fornitura di calore per gli impianti di alimentazione dell'aria viene utilizzata più spesso. È vero, per questo è necessario che il generatore d'aria installi una caldaia a bassa potenza separata o la tagli nel sistema di riscaldamento della casa. Quest'ultima opzione è più difficile, perché è necessario tenere conto delle sfumature associate al cablaggio correttamente cablato, cosa che non è sempre possibile fare.

Regolazione del processo di riscaldamento

Per quanto riguarda la regolazione del processo di riscaldamento, oggi vengono utilizzati due tipi: quantitativo e qualitativo. La prima opzione è quando la temperatura degli elementi riscaldanti è regolata dalla quantità di energia termica fornita a loro. Cioè, più acqua calda passa attraverso uno scaldabagno, per esempio, più si riscalda. Di conseguenza, la temperatura dell'aria che lo attraversa diventa più alta.

A tale scopo, una pompa, che crea una pressione all'interno del sistema di alimentazione dell'acqua calda, è necessariamente inclusa nell'unità di raggruppamento dell'unità di condizionamento d'aria. Aumentando il flusso, è possibile aumentare la temperatura del liquido refrigerante all'interno degli elementi riscaldanti. Oppure, al contrario, riducendo il flusso, il regime di temperatura diminuisce. Va notato che questo metodo di riscaldamento dell'aria di alimentazione non è il più razionale. Pertanto, oggi, sempre più spesso nei sistemi di ventilazione, viene utilizzato un metodo qualitativo di riscaldamento, cioè la fornitura di acqua calda avviene a un volume invariato.

Una caratteristica distintiva puramente costruttiva di questo schema di reggiatura è la presenza di una valvola a tre vie, che viene installata vicino al generatore di calore prima che venga fornita acqua calda. È la valvola che regola la temperatura e la pompa funziona in modo costante. Il nome della valvola è dovuto al fatto che può essere esposto in determinate posizioni, in cui si verificano processi diversi. Nel caso del riscaldamento ad aria, la valvola esegue tre azioni funzionali.

  1. È completamente aperto per l'erogazione di acqua calda ed è chiuso per il refrigerante che fuoriesce dal riscaldatore.
  2. È aperto in modo che una parte del supporto termico raffreddato possa essere miscelata con acqua calda, a causa della quale la sua temperatura diminuisce, e di conseguenza gli elementi riscaldanti.
  3. Completamente chiuso, cioè, il sistema di riscaldamento per l'aria di mandata non riceve un liquido di raffreddamento.

Elementi di base del circuito di regolazione dell'unità di regolazione

Lo schema dell'unità di raggruppamento comprende diversi dispositivi standard che garantiscono la regolazione della temperatura del liquido di raffreddamento. E poiché gli schemi vincolanti sono due (quantitativo e qualitativo), di conseguenza in ciascuno di essi ci sarà una valvola. Nel primo caso, a due vie, nel secondo a tre vie. Inoltre, tutti gli strumenti sono selezionati per il riscaldatore e le tubazioni, cioè tutto dipenderà dai diametri dei tubi e degli ugelli.

Le tubazioni standard dell'unità di trattamento dell'aria includono:

  • pompa di alimentazione dell'acqua calda;
  • termometri e manometri, monitoraggio dei parametri del liquido di raffreddamento;
  • valvole a sfera, mediante le quali viene bloccata l'alimentazione e lo scarico del trasportatore di calore, che consente di riparare ulteriormente i dispositivi, se tale necessità si presentasse;
  • il bypass è un tubo che collega il circuito del tubo di alimentazione con il tubo di scarico, su di esso è montata una valvola di non ritorno che impedisce il passaggio dell'acqua calda dal riscaldatore;
  • Il filtro è montato a rete sul circuito di alimentazione immediatamente dopo la valvola a sfera;
  • la valvola con l'azionamento elettrico, di conseguenza può essere a due o tre vie:
  • tubazioni sulle autostrade.

Lo schema con un tale insieme di strumenti e attrezzature è abbastanza semplice. Il più delle volte è costruito su un cablaggio rigido, cioè per collegare tutte le parti utilizzate tubi (acciaio o plastica). Ma per tali tubazioni si tiene conto di una circostanza: la posizione dell'unità di regolazione dell'unità di alimentazione è nota in anticipo. Tutti gli elementi dell'installazione devono essere posizionati l'uno vicino all'altro al fine di creare un sistema compatto. Questo è conveniente in termini di manutenzione e in termini di riparazione. Come notano gli esperti, questo tipo di reggiatura dell'unità di riscaldamento dell'unità di trattamento dell'aria è la più semplice e meno costosa.


È possibile combinare l'intero sistema in una singola unità mediante tubi flessibili corrugati, il cui elemento di collegamento è un dado filettato. Cioè, il processo di installazione con tali tubi si riduce solo a collegarli tra loro per aumentare la linea di giunzione e collegarsi agli strumenti installati. L'unico punto a cui prestare attenzione è il diametro dei tubi, che corrisponde al diametro dei tubi del riscaldatore ad aria, dell'elettrovalvola e della pompa di circolazione. Molto spesso, il cablaggio flessibile viene utilizzato solo nei casi in cui è difficile assemblare gli elementi rigidi. Anche se è considerato più funzionale.

Negli impianti di riscaldamento dell'unità di trattamento aria vengono utilizzate le pompe con rotore bagnato. Cioè, la girante del dispositivo e i suoi cuscinetti sono sempre nel liquido che scorre, che svolge due funzioni: raffreddamento e lubrificazione. Cioè, le guarnizioni in gomma nel design della pompa di circolazione non sono incluse. E questo suggerisce che non ci sono perdite, perché le guarnizioni d'olio causano perdite di refrigerante quando falliscono.

Per quanto riguarda la valvola a tre vie o la valvola a due vie, è un dispositivo elettro-dipendente installato davanti al riscaldatore ad aria. La differenza tra loro è la possibilità di miscelare prima l'alimentazione calda e l'acqua di scarico calda, che regola il liquido di raffreddamento e regola la sua temperatura secondo i parametri specificati.

L'intero assemblaggio dell'unità di riscaldamento, o piuttosto della sua unità di impacchettamento, non è solo il controllo della temperatura nella casa, ma anche la protezione di tutti i dispositivi incorporati da picchi di pressione all'interno del sistema di riscaldamento.

Unità di attacco per unità di trattamento aria

Le installazioni di alimentazione e di ventilazione di scarico, sia industriali che domestiche, che assicurano la circolazione dell'aria tra la stanza e la strada, dovrebbero fornire un regime di temperatura confortevole a qualsiasi temperatura dell'aria circostante.

Allo stesso tempo, condizioni difficili - la temperatura dell'aria esterna può fluttuare in un intervallo considerevole, ma la temperatura dell'aria fornita alla stanza deve rimanere costante. Inoltre, le disposizioni normative hanno stabilito che solo l'aria trattata può essere fornita alla stanza, cioè le unità di trattamento aria devono riscaldare l'aria.

Allo stesso tempo, le unità di alimentazione e ventilazione sono progettate non solo per far circolare l'aria, ma anche per mantenere una temperatura ambiente stabile e rigorosamente impostata. Cioè, vi è la necessità, sia nel riscaldamento, sia nel raffreddamento dell'aria proveniente dall'esterno.

Assegnazione dell'assieme di rilegatura

La funzione di riscaldamento dell'aria in entrata viene effettuata dal riscaldatore ad aria e, rispettivamente, il raffreddamento, il dispositivo di raffreddamento. Questi dispositivi possono avere diversi design e principi operativi, ma i più comuni sono sistemi in cui il corpo di lavoro è acqua. Serve per fornire acqua al riscaldatore e al radiatore e per controllare l'intero sistema di alimentazione e scarico gruppo di pacchi, effettuare la fornitura e il prelievo di acqua a ciascuno dei dispositivi.

Vale la pena notare che lo era unità di regolazione la fornitura e lo scarico dell'acqua svolgono un ruolo cruciale nel funzionamento stabile dell'intero sistema di ventilazione. L'unità di impacchettamento è disposta in modo tale da regolare la temperatura dell'acqua nel sistema e, di conseguenza, regola la temperatura dell'aria immessa nella stanza.

Dispositivo Node

Di regola, gruppo di pacchi Si tratta di un sistema di tubi attraverso cui l'acqua viene fornita e assorbita, sensori e dispositivi di regolazione (valvole) che miscelano l'acqua con temperature diverse, portandola così alla temperatura richiesta in questo o quel caso. L'unità di miscelazione dell'acqua funziona in modalità automatica, seguendo le impostazioni iniziali e le impostazioni di sistema.

Unità di assemblaggio per refrigeratore e aerotermo

Soprattutto se l'acqua viene utilizzata come fluido di lavoro in entrambi i dispositivi, in questo caso la tubazione è un'unità di miscelazione dell'acqua che effettua il prelievo dell'acqua. Tuttavia, il gruppo di tubazioni del riscaldatore d'aria fornisce acqua calda e l'unità di raffreddamento del refrigeratore, d'altra parte, è fredda.

In entrambi i casi unità di regolazione è strutturalmente eseguito nello stesso modo, la differenza principale è solo che una pompa di circolazione non è solitamente posizionata sul gruppo di tubazioni più freddo, perché la pressione nel sistema è fornita dalla pompa della macchina refrigerante. Nel caso il sistema utilizza un dispositivo di raffreddamento freon, la regolazione viene effettuata in un modo radicalmente diverso, e il kit di collegamento del raffreddatore freon ha un dispositivo completamente diverso rispetto all'unità di miscelazione dell'acqua in sistemi in cui l'acqua viene utilizzata come fluido di lavoro.

Ma in ogni caso, il nodo è un elemento integrale che ha un duplice scopo: fornitura e scarico di acqua, e regolazione del funzionamento dei dispositivi di riscaldamento e raffreddamento. Tale unità di controllo presenta una serie di vantaggi, il più importante dei quali è la relativa semplicità di costruzione e l'elevata affidabilità. Ciò è dovuto al fatto che l'unità di miscelazione dell'acqua contiene un numero minimo di dispositivi elettronici complessi e anche gli elementi meccanici integrati nell'unità di raggruppamento non sono complicati in modo costruttivo e hanno un alto grado di affidabilità.

Sulla base del modo in cui il sito verrà calcolato e installato, l'operatività e le prestazioni dell'intera unità di trattamento dell'aria dipendono direttamente.

È importante che l'unità di regolazione mantenga l'operabilità e la stabilità dei parametri dell'intera unità di trattamento aria per un'ampia gamma di temperature dell'aria esterna e interna. E, inoltre, unità di miscelazione dell'acqua deve rispettare tutti gli atti normativi.

Unità di alimentazione del calore per unità di ventilazione

Necessità di installazione di unità di regolazione

Le installazioni del sistema di ventilazione di alimentazione in conformità con i requisiti principali dei documenti normativi devono fornire aria esterna fresca, preriscaldata a una determinata temperatura. La temperatura dell'aria di mandata deve corrispondere al tipo di locale ventilato in caso di ventilazione o processo di ricambio generale nel caso di qualsiasi ciclo di produzione.

Il principio del sistema di alimentazione e di ventilazione.

Inoltre, la temperatura dell'aria deve essere costante indipendentemente dalla temperatura dell'aria esterna e regolare la tabella della temperatura del liquido di raffreddamento. Cioè, con il raffreddamento e l'abbassamento della temperatura sulla strada, le reti di riscaldamento tendono ad aumentare la temperatura del liquido di raffreddamento e la temperatura dell'aria all'uscita dall'unità di trattamento aria deve rimanere al livello impostato.

Di conseguenza, il carico di calore durante il periodo di riscaldamento non è un valore costante e il portatore di calore deve essere regolato. Altrimenti, ci sarà un surplus di energia termica, un aumento della temperatura e un eccessivo surriscaldamento dei locali, che possono influire negativamente sul benessere delle persone o sul processo tecnologico.

Il riscaldamento dell'aria avviene negli aerotermi dell'unità di trattamento aria, il cui numero può variare a seconda dello schema di fornitura di calore adottato. La versione più comune delle installazioni con un riscaldatore ad aria, ma potrebbero esserne due o più.

I riscaldatori sono progettati per riscaldare l'aria nell'aria di alimentazione e il sistema di ventilazione di alimentazione e scarico.

Per alcuni stabilimenti, dove è anche necessario il riscaldamento ad aria durante il periodo di transizione dell'anno, sono previsti due circuiti di riscaldamento separati. Un riscaldatore funziona in primavera e in autunno, il secondo circuito in inverno. In caso di gelate estreme, quando il riscaldatore principale non è in grado di sopportare il carico, il secondo riscalda l'aria alla temperatura impostata.

Installazione di ventilazione sul posto.

Anche uno dei principali vantaggi di tale schema è praticamente il 100% di ridondanza della superficie di scambio termico. In caso di emergenza, quando uno dei riscaldatori è guasto o sbrinato, il secondo riscaldatore sarà collegato al lavoro e si occuperà completamente della funzione principale. Pertanto, nel calcolare l'installazione, è desiderabile fornire due riscaldatori identici, con una superficie della potenza massima corrispondente delle due modalità operative.

Quando si calcola l'unità di trattamento aria, si può affrontare la situazione quando il riscaldatore ad aria selezionato nella modalità massima emetterà una potenza termica molte volte superiore a quella richiesta. Ciò è dovuto al numero limitato di dimensioni del calorimetro per il produttore. Pertanto, per avere una temperatura dell'aria di mandata costante, è necessario installare le unità di regolazione del sistema di alimentazione del calore su ciascun circuito di riscaldamento e in ogni installazione. La gestione di questi nodi avverrà dal sistema di automazione di tutti i sistemi di ventilazione del complesso.

Classificazione delle opzioni di controllo della potenza per le piante

Il sistema di fornitura di calore della ventilazione di alimentazione può funzionare in diverse modalità di regolazione fondamentalmente diverse:

  • Se durante il funzionamento dei sistemi di ventilazione si verifica una variazione graduale o graduale della temperatura dell'acqua a una portata costante, è consuetudine dire che il controllo di qualità viene utilizzato in questo sito. Viene utilizzato nelle caldaie o nei singoli punti di calore, ovvero la variazione dei parametri del refrigerante si verifica direttamente nell'intero sistema di alimentazione del calore. La temperatura dell'acqua calda viene regolata in base al programma speciale dell'organizzazione di fornitura del calore, in base alla variazione della temperatura esterna.
  • Se la variazione del carico di calore si verifica quando la quantità di refrigerante fornita all'impianto cambia, ovvero a una temperatura costante, il flusso di acqua calda cambia regolarmente. Qui abbiamo a che fare con la regolazione quantitativa.
  • Con un metodo di regolazione qualitativo-quantitativo, ci sono anche correzioni di temperatura nel sistema di fornitura di calore (o da una fonte di calore) e un cambiamento nella portata del refrigerante ad ogni installazione nella sua modalità. Un metodo di regolazione abbastanza complesso, ma più diffuso nei sistemi di approvvigionamento di calore per la ventilazione. Può essere implementato solo quando si installa un sistema di automazione.

Schemi di base dei nodi di controllo

Ci sono almeno alcuni schemi di base per legare i riscaldatori ad aria, che sono fondamentalmente diversi dal punto di vista dello schema di controllo scelto e della fonte di calore. Non esiste un'unica risposta che degli schemi descritti di seguito è corretto, tutto dipende da una serie di fattori (sorgente di calore e le sue capacità e requisiti del refrigerante apparecchiature di rete già installata, liberare la pressione differenziale in ingresso alla costruzione, ecc).

Se il sistema di fornitura di calore della ventilazione di alimentazione funziona sulla caduta della rete di calore ed è collegato direttamente senza scambiatori di calore intermedi, quindi, come organo di controllo, valvola di controllo lineare a due vie (schema numero 3), che estingue la caduta in eccesso nel punto di connessione e svolge la funzione principale di limitare il flusso di acqua attraverso il riscaldatore. Tuttavia, al fine di garantire la protezione contro il congelamento del generatore di calore, è installata una pompa di circolazione sul circuito interno del riscaldatore, che garantisce un flusso costante attraverso il ponte aggiuntivo sull'impianto. Questo è un modo classico di regolazione quantitativa zonale in ogni impianto di approvvigionamento.

Non meno comuni sono gli schemi di fornitura di calore degli aerotermi con valvole a tre vie installate. Questi circuiti possono funzionare in diverse modalità di controllo, a seconda della posizione della valvola e della posizione della scatola di giunzione.

Le valvole a tre vie possono funzionare nella modalità di separazione dei flussi d'acqua o come organo di miscelazione (schema n. 4). Se la valvola è posizionato in modo che, a seconda delle esigenze di installazione del riscaldamento della porta A (dal sistema di riscaldamento) viene aperta o chiusa, e la circolazione del liquido di raffreddamento attraverso il bypass si verifica Clan (porte B e AB), quindi la regolazione quantitativa schema più comune. La sua applicazione, di regola, è limitata dalla limitazione della caduta di pressione nel sistema di alimentazione del calore centrale, quindi è più spesso utilizzato in sistemi di alimentazione di calore autonomi. Ma il disegno di questo schema dovrebbe tener conto del fatto che il flusso nel sistema di riscaldamento o la fonte di calore non è costante, quindi le pompe di rete deve essere dotato di convertitori di frequenza.

Se è necessario garantire un flusso costante dalla fonte di calore, quindi nello schema precedente, aggiungere un ponticello con la valvola di ritegno e la valvola di bilanciamento installata prima della valvola (Schema n. 5).

Se nel circuito per cambiare il ponticello e le sedi di valvola, e la circolazione dell'acqua nel circuito interno di portare attraverso il condotto, la pressione della pompa di circolazione in questo caso è inferiore all'ampiezza della resistenza idraulica della valvola. La portata del portatore di calore dal lato dell'impianto di riscaldamento rimarrà costante e la valvola funzionerà con una caduta di pressione libera (schema n. 6).

La fonte di calore determina la scelta del circuito dell'unità di regolazione

Nella fase di progettazione dei sistemi di ventilazione e dei sistemi di fornitura di calore per gli impianti di alimentazione dell'aria, la scelta degli schemi e il tipo di nodi per il convogliamento dei caloriferi dipende direttamente dalla fonte di calore.

Così, ad esempio, le singole caldaie, di regola, non sono esatte per la temperatura del refrigerante di ritorno, ma la differenza nella rete di calore deve essere costante. Cioè, la valvola di controllo non deve essere bloccata dal lato dell'impianto di riscaldamento o deve essere previsto un ponticello per il flusso di acqua attraverso di esso nel flusso di ritorno quando la porta diretta della valvola si chiude. A tali schemi, fondamentalmente, c'è un nodo di pinze per reggia, realizzato nella seconda variante (Schema №4). Pertanto, le caldaie ad acqua calda funzioneranno a una portata costante e non si surriscalderanno se c'è una carenza di refrigerante.

L'unità per il collegamento del generatore d'aria con una valvola a tre vie senza jumper può essere utilizzata per il riscaldamento centralizzato con collegamento indipendente tramite uno scambiatore di calore a piastre. Ciò è dovuto ai parametri limitanti del liquido di raffreddamento: temperatura massima (per le valvole di controllo in ottone è dell'ordine di 110 ° C e temperatura della ghisa 90-95 ° C) e pressione di esercizio, in genere non superiore a 10 atm. Nei sistemi di riscaldamento centrale, sono possibili picchi di temperatura di circa 150 ° C e pressioni fino a 16 atm. Poiché la valvola a tre vie funziona quando la porta diretta è chiusa, ci sarà un flusso variabile nella rete di alimentazione del calore. Il requisito principale è l'installazione di un convertitore di frequenza sulla pompa di rete, che regolerà il funzionamento del sistema per modificare i parametri. Inoltre, questo schema è applicabile anche per lavorare con gli impianti di caldaie quando sono soddisfatti tutti i requisiti di cui sopra.

Lo schema di collegamento degli aerotermi №3 è il più universale, con praticamente un plus di gestione e regolazione, ma con un costo più elevato. La distribuzione principale del progetto del circuito con una valvola a sella a due vie è stata applicata con un collegamento dipendente ai sistemi di riscaldamento. Durante il funzionamento del circuito, si verifica il cosiddetto "controllo di ritorno", quando l'automazione controlla e controlla dalla valvola la temperatura massima consentita del vettore di calore restituita alla rete di calore. Dal lato della rete di calore centrale, di regola, vi è una goccia in eccesso sufficientemente grande, che consente di selezionare il diametro della valvola in base al fattore di capacità di progettazione Kv. Il diametro della valvola può essere molto più piccolo del diametro del sistema e, di conseguenza, l'inerzia del funzionamento e della risposta del sistema di alimentazione del calore sarà molto più alta rispetto agli schemi con valvole a tre vie.

L'attrezzatura principale delle unità di approvvigionamento di calore. Selezione e calcolo

Come parte delle unità di riscaldamento per le unità di trattamento dell'aria, realizzate in base a diversi schemi, di norma sono incluse apparecchiature identiche. Tali nodi differiscono solo nel luogo di installazione, la saturazione dell'armatura e il metodo di selezione.

Quando si selezionano le apparecchiature per le unità di approvvigionamento di calore, ci sono diverse regole e raccomandazioni generali:

  • Quando si sceglie questo o quel tipo di raccordi, è necessario verificare attentamente le caratteristiche tecniche della pressione massima di esercizio e della temperatura massima.
  • Si sconsiglia vivamente di acquistare unità di miscelazione già pronte che vengono selezionate sulla base delle condizioni medie senza tenere conto di parametri importanti come la caduta di pressione libera nel sistema, il tipo di refrigerante, il consumo, il tipo di fonte di calore, la necessità di regolazione della frequenza e così via.
  • Il diametro delle valvole di intercettazione, così come le valvole di ritegno e le pompe di fango, non devono essere inferiori al diametro delle tubazioni.
  • Il diametro delle tubazioni del sistema di alimentazione del calore è determinato come risultato del calcolo idraulico basato sulla portata calcolata (richiesta) del trasportatore di calore, sul tipo di refrigerante (acqua o liquidi a bassa temperatura) e sul materiale delle condotte. Il diametro dei nodi di alimentazione del calore non deve in alcun caso essere selezionato dalle porte di collegamento del generatore di aria. È selezionato SOLO PAGAMENTO!

Fermare le valvole

È necessario interrompere il flusso d'acqua in caso di spegnimento di emergenza dell'impianto di riscaldamento, ad esempio per eliminare perdite, eseguire interventi di manutenzione o ispezione, ecc. Come valvola di arresto vengono utilizzate valvole a sfera in acciaio o ottone (preferibilmente a sezione intera) o di rinforzo flangiato.

Per i nodi di fornitura di calore con diametro delle tubazioni fino a 40 mm inclusi, è consuetudine installare una valvola di arresto filettata e flangiata di oltre 50 mm.

Per facilitare il montaggio o lo smontaggio delle unità, il rinforzo filettato dovrebbe essere dotato di dadi di unione, altrimenti chiamati "Americani o drivings".

Controllare le valvole

Le valvole di ritegno vengono utilizzate nelle unità di controllo per impedire il ritorno dell'acqua al sistema di alimentazione del calore in caso di valvole di controllo di apertura o chiusura. Oppure è possibile quando il sistema di alimentazione del calore non è bilanciato, un numero elevato di installazioni sono installate nel sistema e se la velocità del flusso di refrigerante cambia, può esserci uno schiacciamento l'uno dell'altro. Pertanto, le valvole di ritegno sono installate sulla tubazione di ritorno e sul ponticello dell'unità di alimentazione del calore.

Valvole di controllo e attuatori

La valvola di controllo a due vie o tre vie è un attuatore principale, che variando la portata o miscelando i refrigeranti può registrare installazione alimentazione del riscaldamento dipende dalla richiesta di calore. Un'altra importante funzione della valvola è la prevenzione del "congelamento" del liquido di raffreddamento durante il funzionamento delle installazioni in inverno. Quando l'automazione riceve un segnale sulle temperature critiche del refrigerante e dell'aria dopo il riscaldatore d'aria, l'attuatore apre al massimo la valvola di controllo sul condotto.

La valvola viene selezionata in base alla determinazione del fattore di potenza Kv, che indica quale portata passa attraverso la valvola in stato aperto con una perdita di 10 metri di colonna d'acqua.

Le dimensioni della valvola di controllo non possono essere selezionate dal diametro della tubazione o dalle porte del riscaldatore ad aria. Più piccolo è il Kv o il diametro della valvola, più veloce sarà la risposta alle variazioni dei parametri della rete di aria o di riscaldamento, ovvero il sistema non sarà inerziale.

Nei sistemi di fornitura di calore per impianti di trattamento dell'aria, di regola vengono utilizzate valvole a due e tre vie. Le valvole a due vie funzionano solo in sistemi con una variazione della portata del fluido termovettore e valvole a tre vie che si miscelano o lavorano sulla separazione dei flussi di calore.

Raccordi di misurazione: manometri e termometri

Manometri e termometri sono strumenti necessari per il controllo visivo del sistema di alimentazione del calore. I termometri vengono generalmente installati sulle linee di alimentazione e di ritorno direttamente sul riscaldatore ad aria. I manometri sono montati sul gruppo pompa per monitorare il funzionamento della pompa e per determinare visivamente il differenziale creato. manometri prima e anche aumentare la coppa dopo - per determinare il grado di contaminazione e di mandata e ritorno rete calore tubo prima unità reggiatura - per controllare la caduta libera richiesta per la piena operatività della valvola di regolazione.

Valvole di uscita dell'aria e valvole di scarico

Valvola di sfiato aria automatica

Si consiglia di installare valvole di sfiato aria automatiche per abbassare l'aria dopo il riempimento del sistema e durante il funzionamento nelle unità di raggruppamento. È conveniente montarli su porte speciali incorporate nei rulli del calorimetro nella parte superiore dello scafo o nel punto più alto delle condutture dell'unità di controllo.

Le gru per lo svuotamento dei riscaldatori e lo scarico del sistema di teleriscaldamento devono essere installate nel punto più basso dell'unità di regolazione o sul fondo del generatore di aria calda.

Valvole di bilanciamento

Se nel sistema di alimentazione del calore sono presenti più unità di alimentazione che operano in modalità indipendente, i flussi di calore nelle condotte non saranno costanti e potrebbero differire in modo significativo l'uno dall'altro. Per impedire il flusso reciproco dal lato del liquido di raffreddamento, vengono fornite le valvole di bilanciamento. La loro funzione principale e principale è la limitazione della sovrappressione e l'equalizzazione della distribuzione dei costi dell'acqua tra i riscaldatori in base alle esigenze. Le valvole di bilanciamento installate sulle tubazioni di ritorno producono tra di loro una coordinazione idraulica degli aerotermi.

La selezione delle valvole viene effettuata per analogia con la selezione delle valvole di controllo, tenendo conto del coefficiente Kv. I dati iniziali per determinare la dimensione della valvola sono la perdita di carico in eccesso che la valvola di bilanciamento deve pagare e la portata di progetto nella sezione di rete.

Pompa di circolazione

Il circuito interno della pompa di circolazione dell'unità di raggruppamento è progettato per garantire una circolazione costante dell'acqua nella stufa. Ciò ridurrà al minimo il rischio di una minaccia di "scongelamento" del riscaldatore ad aria alle basse temperature dell'aria. Ma lo scopo principale delle pompe è quello di superare le resistenze idrauliche nell'area regolata, cioè su tutti gli elementi funzionali dell'unità di miscelazione, scaricati dalla pressione della rete di riscaldamento.

L'area regolamentata, di regola, significa un riscaldatore, condutture, valvole di intercettazione e bilanciamento, valvole di ritegno e un raccoglitore di fango. La valvola di controllo può essere parte della sezione regolata, a seconda dello schema adottato delle tubazioni del riscaldatore. Se la valvola di controllo è installata nell'unità di impacchettamento in modo tale che la circolazione del liquido di raffreddamento nel circuito interno avvenga attraverso il ponticello della valvola stessa con la luce chiusa, la valvola fa parte del circuito di circolazione. In questi casi, la testa della pompa è definita come la somma delle resistenze idrauliche di tutti gli elementi della sezione regolabile. Va ricordato che nel caso in cui il trasportatore di calore nel sistema di alimentazione del calore non sia acqua, la resistenza idraulica di tutti gli elementi della sezione regolata e la portata di progetto dovrebbero essere regolati in base alla viscosità e alla densità del refrigerante. Le perdite idrauliche nei raccoglitori di fango dovrebbero essere prese in considerazione con il 50% di intasamento.

Se la valvola di controllo funziona su un differenziale della rete di calore (schema n. 3), la caduta di pressione sulla valvola non viene presa in considerazione nel calcolo della testa della pompa.

Quando si calcola la resistenza delle tubazioni all'attrito, tutte le perdite di carico su rami, angoli e angoli devono essere prese in considerazione. È inoltre necessario prendere in considerazione la rugosità delle pareti delle tubazioni in base al materiale selezionato.

Tutte le perdite di carico sui componenti dell'unità di raggruppamento devono essere determinate solo al flusso operativo del refrigerante e non in base alla portata massima del generatore di aria, che è in grado di saltare.

Le pompe di circolazione vengono selezionate in base ai cataloghi tecnici dei produttori in base ai punti operativi (portata d'acqua stimata e prevalenza richiesta). Il tipo più comune di pompe nei nodi sono le pompe a tre velocità con rotore bagnato. Nel caso in cui sia richiesta una variazione della portata omogenea nel circuito dell'aria di alimentazione, vengono utilizzate pompe con convertitore di frequenza incorporato.

carter

I fanghi sono filtri per la pulizia meccanica del liquido di raffreddamento, di solito con una dimensione delle maglie dell'ordine di 500 micron. Nei vecchi sistemi di riscaldamento, l'acqua di riscaldamento contiene molte particelle sospese, sabbia o incrostazioni. Tutte queste impurità possono danneggiare le valvole di controllo e le pompe di circolazione. Pertanto, l'installazione di muder direttamente davanti all'apparecchiatura è un prerequisito per il mantenimento dell'efficienza e della garanzia.

Protezione dei riscaldatori dallo sbrinamento. Portatori di calore nei sistemi di ventilazione

Il numero e lo scopo degli aerotermi nelle unità di condizionamento d'aria possono variare a seconda della composizione dell'impianto e dello scopo del suo funzionamento. Riscaldatori possono essere il primo riscaldamento, secondo riscaldamento, preriscaldamento prima dello scambiatore di calore a piastre, separati per l'impiego in differenti stagioni o utilizzati per riscaldare su rami separati del condotto, se le condizioni di temperatura sono diversi locali serviti.

Pertanto, è consuetudine dire che i riscaldatori di preriscaldo o di primo stadio funzionano sempre con aria "tagliente". Cioè, l'aria entra nei riscaldatori con una temperatura molto bassa. Nelle condizioni del clima continentale, il rischio di scongelare i riscaldatori d'aria è molto elevato al momento dell'avvio delle installazioni in inverno o in nuove costruzioni, quando si verificano frequenti interruzioni dell'alimentazione e interruzioni con l'erogazione di acqua calda.

Le ragioni del congelamento dell'acqua nei radiatori nel periodo invernale possono essere enormi: dalla chiusura accidentale della valvola a saracinesca all'ingresso fino al guasto all'alimentazione e al sistema di automazione. Inoltre, la causa più comune dello sbrinamento è una selezione errata del circuito, una bassa caduta di pressione nel sistema di alimentazione del calore, una selezione errata della valvola di controllo e un azionamento con un lungo tempo di risposta.

Aerotermo sbrinato per sistema di ventilazione

Inoltre, dovresti sapere che la scelta ideale per il controllo delle valvole di controllo è un convertitore analogico con segnale 0-10V. Un motivo altrettanto raro per lo sbrinamento del sistema è il funzionamento non coordinato dei sistemi di alimentazione e di ventilazione. Ad esempio, un caso frequente in cui le strutture fuori servizio vengono disattivate durante le ore di non lavoro, e per qualche motivo i sistemi di scarico continuano a funzionare, e nell'impoverimento dell'aria dell'edificio viene creato. Per ricostituire il bilancio dell'aria, l'aria viene aspirata attraverso tutte le perdite disponibili, anche attraverso la serranda dell'aria che perde. Pertanto, quando l'automazione del sistema è disattivata e sensori insensibili, il segnale di bassa temperatura non impartisce un comando affinché l'automazione accenda il riscaldamento del sistema di riscaldamento e l'acqua nello scambiatore di calore si congela.

Video sullo sbrinamento del sistema di condizionamento dell'aria del sistema di ventilazione:

Naturalmente, riscaldatori siti di legame deve essere dotato anche con il necessario numero di sensori e termostati di sicurezza complete di armadi di controllo, ma in caso di sovratensioni o sistema di automazione interruzione elettrica non può proteggere i riscaldatori. L'unica opzione per proteggere il sistema dallo sbrinamento con una garanzia del 100% è riempirlo con liquidi refrigeranti a bassa temperatura.

I principali vantaggi dell'antigelo includono una bassa temperatura di cristallizzazione, l'assenza di espansione della temperatura nello stato congelato, che non porta alla rottura delle pareti degli aerotermi. La composizione di liquidi a bassa temperatura include pacchetti di additivi che proteggono il sistema di tubazioni dalla corrosione, minimizzano la cavitazione e impediscono la precipitazione durante il riscaldamento o il raffreddamento del sistema.

L'uso di trasportatori di calore a bassa temperatura in alcuni sistemi di alimentazione di calore è limitato a una temperatura massima massima di 95-100 ° C, oltre la quale la composizione chimica si disintegra. Pertanto, nel punto di riscaldamento individuale sullo scambiatore di calore per la separazione dei fluidi (acqua-NZT), è necessario installare un regolatore di temperatura o una valvola, che proteggerà il circuito del sistema di riscaldamento dall'innalzamento della temperatura oltre la temperatura critica.

Nei sistemi di riscaldamento, di norma vengono utilizzate miscele di glicole etilenico o glicole propilenico che differiscono sia nel prezzo che nell'applicazione. Il glicole etilenico è il refrigerante più economico, quindi è diventato più comune nei sistemi di ingegneria. Le miscele di glicole propilenico sono utilizzate in produzione sicura, dove, in caso di depressurizzazione del sistema, un refrigerante tossico può portare una potenziale minaccia di vita o un ciclo tecnologico. Tali requisiti si trovano principalmente nell'industria alimentare o nelle istituzioni mediche.

Un trasportatore di calore a bassa temperatura di congelamento con una temperatura di cristallizzazione di -30 ° C contiene il 40% di glicole etilenico in una miscela con acqua distillata. La caratteristica principale di tutti i trasportatori di calore a base di glicole etilenico è la formazione di un gel di plastica a basse temperature, che non forma una rottura dei tubi di riscaldatori d'aria o la formazione di crepe nei giunti saldati.

Un refrigerante a bassa temperatura con una temperatura di cristallizzazione di -65 gradi non è raccomandato negli impianti di riscaldamento, ma deve essere diluito con acqua alla concentrazione richiesta.

Dopo aver riempito le reti con soluzioni di glicole etilenico, il sistema deve essere accuratamente aggraffato, poiché è molto probabile che piccole perdite di refrigerante o perdite possano verificarsi nei punti delle giunzioni filettate. Ciò è dovuto alla bassa tensione superficiale di tutti i trasportatori di calore e alla capacità di penetrare tutte le fessure e le allentazioni del sistema.

Per il calcolo idraulico dell'impianto di riscaldamento, che verrà riempita con una soluzione di glicole etilenico, va notato che il flusso d'acqua sarà più dell'8% rispetto al flusso dell'acqua e attrezzature di pompaggio pressione sul media dovrebbe essere aumentata del 54%. Quando si selezionano i diametri delle sezioni della tubazione, è necessario prendere in considerazione l'aumento della viscosità dei portatori di calore e introdurre una correzione per l'aumento del diametro, ove necessario.

Principio di funzionamento e schema: tubazioni del generatore d'aria

Il fascio del riscaldatore ad aria è un elemento importante del sistema di ventilazione.Il riscaldatore ad aria è un dispositivo di raffreddamento ad aria che funziona su acqua fredda o freon. Pertanto, l'unità di raggruppamento di questi dispositivi deve fornire un controllo affidabile sul funzionamento del sistema di ventilazione. I moduli caloriferi non solo devono attingere acqua, ma mantengono una certa temperatura nella stanza, ma organizzano anche il processo di miscelazione di aria fresca e ricircolo.

Qualità del lavoro: nodo di un riscaldatore di un riscaldatore di un impianto di alimentazione

Esistono 2 modi per installare il dispositivo, che determina lo schema di trasferimento del calore. Se parliamo di ventilazione naturale, con esso l'aerotermo dovrebbe essere posizionato nel seminterrato vicino al punto di ingresso dell'acqua. Con un sistema di ventilazione forzata, il dispositivo funzionerà in modo competente solo con la corretta installazione dell'unità di raggruppamento del modulo di riscaldamento dell'aria.

La ventola del climatizzatore assicura il raffreddamento del flusso d'aria durante la condensazione della stanza

Questi dispositivi consentono di regolare il livello di temperatura dello scambiatore di calore:

  • by-pass;
  • eyeliner;
  • Pulizia del filtro;
  • pompa;
  • Valvole a sfera;
  • Termometri e manometri;
  • La valvola con l'azionamento elettrico.

Se si tratta di assemblare un'unità di impacchettamento con un cablaggio rigido, la comunicazione verrà eseguita utilizzando tubi di acciaio. A volte per le installazioni, nel sistema vengono utilizzati tubi flessibili con tubi corrugati. Il sito del nodo è determinato in anticipo. Qualsiasi seria legatura del nodo vincolante non comporta.

Come appare la disposizione delle tubazioni del riscaldatore?

Il principio del lavoro può essere delineato in termini generali. L'acqua, cioè un trasportatore di calore ad alta temperatura, entra nel riscaldatore stesso, passando prima il filtro e poi un'importante valvola a tre vie. Viene utilizzata una piccola pompa di circolazione per garantire che l'acqua sia alla giusta pressione. L'acqua, già raffreddata, entra nell'imbracatura, va in caldaia e parte del suo volume entra anche nella valvola.

Con una valvola a tre vie, va sempre nel fascio fino alla tubazione del riscaldatore ad aria ed è considerato un componente di regolazione importante. Fornisce il mantenimento di una temperatura costante e il volume del liquido refrigerante che entra nell'apparecchio di riscaldamento. Quando la temperatura dell'acqua calda aumenta, questa valvola riduce la sua alimentazione e l'erogazione di acqua refrigerata in questo momento aumenta. Si scopre che il legame dello scambiatore di calore, senza ricorrere a un cambiamento nella pressione dell'acqua nel sistema, la sua temperatura cambia.

La tubazione del generatore di aria è un sistema di tubi, sensori di pressione e temperatura, elementi di regolazione e chiusura

Prendi nota:

  • La valvola di regolazione è il partecipante principale delle tubazioni del riscaldatore, funziona in modalità automatica, il controllo è elettrico. Nel bundle bundle ci sono vari sensori, danno segnali all'azionamento elettrico, grazie al quale la temperatura viene regolata e mantenuta al livello desiderato.
  • Progettando le reggette - ci possono essere schemi tipici di pacchi, che, in linea di principio, sono collegati al riscaldatore, ma devono comunque essere personalizzati per il dispositivo. La reggia è ancora generalmente progettata per qualsiasi dispositivo particolare.
  • Varianti di posizionamento delle cinghie: possono essere sia verticali che orizzontali. Ma non tutte le reggette possono agire in qualsiasi posizione. Pertanto, la posizione della reggiatura viene determinata durante la progettazione dell'installazione di ventilazione. In caso contrario, il lavoro scorretto delle tubazioni del generatore di calore è garantito, o addirittura si rifiuterà di funzionare a tutti.

Le tubazioni del generatore d'aria possono essere costruite secondo diversi schemi. In pratica, usano spesso un circuito tipico, il cui design è semplice e l'affidabilità è piuttosto elevata.

Sistemi di consumo di energia termica: unità di regolazione per unità di climatizzazione

I sistemi che sono combinati con il riscaldatore ad aria possono essere diversi. Questo è il sistema di ventilazione e riscaldamento del radiatore, c'è anche un riscaldamento a pavimento e un'altra cortina di calore. Puoi in generale esaminare ciascuno di essi.

Tutti gli elementi della reggia calorifica sono necessari solo per la regolazione della temperatura e per proteggere il dispositivo da picchi di pressione

Sistemi combinati con un riscaldatore:

  • Sistema di ventilazione: la temperatura massima dello scambiatore di calore è influenzata dai parametri tecnici dell'apparecchiatura, il riscaldatore deve essere protetto dal congelamento. Cioè, in inverno quando l'aria "negativa" viene "alimentata", è impossibile ridurre il consumo di energia o la temperatura del refrigerante inferiore a quanto il sistema determina.
  • Riscaldamento del radiatore: esiste una rigorosa limitazione della temperatura del liquido di raffreddamento. Ma qui può scendere quanto vuoi, anche prima che il lavoro si fermi, e questa è la principale differenza di questo punto dall'installazione di ventilazione.
  • Riscaldamento a pavimento: la differenza dal radiatore è che la temperatura massima del liquido di raffreddamento è limitata. Di solito non supera i 50 gradi.
  • La cortina termica: il suo tempo di lavoro non supera un paio di minuti. Il luogo di installazione si trova sempre lontano dalla fonte di riscaldamento. Di solito è una posizione del soffitto.

Per quanto riguarda l'efficienza, qui è necessario mettere al primo posto il dispositivo del termoventilatore. L'energia è consumata in meno quantità. Ma la scelta finale è tua.

Scaldacqua e tubazioni di alimentazione dell'aria

Molte parole come "mixing device", "cooler device" e "connection air heaters" portano alla confusione dell'utente inesperto. Ha sentito solo dal bordo del suo orecchio circa il design del ciclo freon, e quali nodi sono, capisce piuttosto grossolanamente. Per saperne di più sui sistemi di dispositivi di calore, è possibile "apprendere" l'analisi di un tale aggregato come scaldabagno.

L'unità di impacchettamento include la regolazione del riscaldamento, può essere di alta qualità o quantitativa.

Uno dei dispositivi economici ed economici è uno scaldacqua per l'alimentazione dell'aria

Se parliamo della variante quantitativa, allora qui inevitabilmente cambiamo il consumo di calore. Questa non è l'opzione migliore, ovviamente, perché oggi viene utilizzato il cosiddetto principio del buon regolamento. Assicura la linearità del processo, indipendentemente dalla posizione occupata dalla valvola di controllo. Inoltre, questo principio presuppone un'eccellente resistenza al possibile congelamento del dispositivo di riscaldamento.

Con un buon principio di controllo, vengono utilizzati elementi come una pompa centrifuga e una valvola a tre vie. Sono loro che permettono di aumentare l'efficienza del riscaldatore ad aria e delle cinghie. Garantiscono inoltre che non ci possono essere perdite sul pavimento dall'apparecchio a vapore.

Riscaldamento a fascio di nodi (video)

Per non confondere i concetti, cerca di avvalerti del supporto di specialisti quando lavori con una fonte di calore, lo stesso scaldacqua. Possono anche chiarire alcuni momenti incomprensibili per te, spiegare la scelta dello schema del legame.

Quale dovrebbe essere il fascio dell'unità di alimentazione?

In ogni casa, è necessario prevedere la presenza di un sistema di ventilazione che risolva una varietà di compiti. Dovrebbe essere pianificato nella fase di costruzione. Durante la progettazione della ventilazione dell'aria fresca, è necessario decidere immediatamente quale sarà il gruppo del fascio.

Lo schema di ventilazione forzata.

Nelle apparecchiature di ventilazione ci sono varie installazioni e dispositivi, ma l'unità di raggruppamento, che è progettata non tanto per fornire aria fresca, quanto per controllare questo processo. Grazie al sistema di ventilazione, l'aria pulita viene fornita alla casa. Per questo, è necessario non solo installare un filtro e una ventola, ma anche un sistema per riscaldare o raffreddare la massa d'aria. Il nodo annodato consente di controllare automaticamente un tale processo.

Perché ho bisogno di un'imbracatura? Permette di mantenere il livello di temperatura desiderato impostato in anticipo. Insieme al condizionamento, la massa d'aria viene riscaldata o raffreddata. Per questo vengono utilizzati scambiatori di calore, unità di refrigerazione speciali a base di acqua o liquidi chimici speciali.

I filtri possono includere dispositivi aggiuntivi, non solo la pulizia dell'aria, ma anche la ionizzazione.

Soluzioni semplici per legare il sistema di fornitura

Schema del dispositivo della valvola di alimentazione.

Prima dell'installazione del sistema di ventilazione, è necessario determinare quale sarà. La ventilazione può essere semplice (utilizzerà strutture economiche) o ramificata, che svolge molte funzioni.

Per gli appartamenti e le singole stanze, è possibile utilizzare soluzioni standard:

  1. Fornire ventilatori d'aria. Sono installati nelle finestre, condotti d'aria, in aperture speciali realizzate nelle pareti esterne. Questa versione è la più semplice e affidabile, il design include griglie esterne, condotti d'aria con filtri e ventilatori installati, griglie interne. Per le case private in Russia questa opzione non viene utilizzata così spesso. I fan di alimentazione sono popolari per le cucine.
  2. Valvole per finestre Questa opzione è utilizzata per finestre in plastica, l'unità di rilegatura è anche estremamente semplice. Esternamente è una valvola speciale, che viene installata per la parte superiore del telaio. Attraverso di esso entra aria fresca nella stanza.

Assemblaggio dell'unità di raggruppamento

Per raggruppare gli impianti di alimentazione dell'aria, vengono utilizzati semplici assemblaggi: tubi, condotti e altri elementi. Con il loro aiuto, vengono effettuati il ​​rifornimento e l'immissione di aria, acqua, controllo della temperatura. Le tubazioni comprendono numerosi sensori di temperatura, valvole di controllo e altri dispositivi che consentono l'alimentazione di masse d'aria della temperatura richiesta. È necessaria un'unità speciale di miscelazione dell'acqua, utilizzata per monitorare e regolare la temperatura, per raggruppare il riscaldatore ad aria e raffreddare l'unità di trattamento aria. Il design dell'unità è semplice, l'installazione viene eseguita prontamente.

Schema di funzionamento e dispositivi di alimentazione e ventilazione di scarico.

Quando si regola la temperatura del gruppo del sistema di ventilazione in ingresso, è necessario utilizzare un elemento speciale di miscelazione dell'acqua.

L'acqua calda viene fornita al riscaldatore e per il raffreddamento, rispettivamente, dell'acqua fredda. Se il design del nodo è identico, non è necessario installare una pompa di circolazione sull'unità dell'acqua fredda. Qui viene utilizzato un refrigeratore speciale, che lavora sulla base del freon. La regolazione dell'alimentazione del refrigerante avviene in un modo completamente diverso, diverso dalle piante acquatiche. Il set di connessione viene utilizzato da un altro, quando si progetta il sistema di alimentazione, questo non può essere dimenticato.

In ogni caso, per l'installazione verrà utilizzata un'unità di distribuzione e regolazione speciale per l'alimentazione del refrigerante e del refrigerante. Il nodo ha alcuni vantaggi, da cui si può notare:

  1. Alta affidabilità dell'unità di trattamento dell'aria.
  2. Possibilità di controllare la fornitura di acqua calda e fredda (o altri tipi di refrigerante).
  3. L'unità di alimentazione conterrà un numero minimo di componenti elettronici.
  4. L'installazione è relativamente semplice, gli elementi meccanici del sistema sono il più affidabili possibile.

Notare l'esempio della reggiatura (Fig. 1).

Caratteristiche del design

In genere, per le unità di alimentazione dell'aria, l'unità di impacchettamento è costituita dai seguenti elementi:

Figura 1. Schema delle tubazioni dell'unità di trattamento dell'aria.

  1. Griglie di inerzia, che sono installate sulle pareti esterne (servono per l'aspirazione dell'aria dall'esterno). Il design delle griglie può essere diverso. Sono fatti, di regola, da plastica ad alta resistenza, metallo verniciato. La dimensione delle griglie dipende dal diametro del condotto dell'aria, dalla potenza del sistema.
  2. Condotto, nel quale è montato un filtro speciale. Un tale elemento è necessario, in modo che l'aria già pulita venga fornita ai locali. Vengono utilizzati filtri speciali complessi che purificano l'aria non solo dalla polvere, ma anche da impurità nocive e tossiche, idratano e saturano con gli ioni d'argento.
  3. Il condotto va al nodo sotto forma di un ventilatore del condotto. Il ventilatore è fissato al tubo da un giogo. La ventola di forma rettangolare ha ingressi e uscite speciali, il che rende estremamente semplice l'installazione di unità di trattamento dell'aria. La potenza del ventilatore del condotto deve essere calcolata in anticipo. Dipende da numerosi parametri, tra cui potenza e portata, scambio d'aria nella stanza.
  4. Dalla ventola esce il tubo della via aerea, a cui è attaccato uno speciale assorbitore di suoni. Viene utilizzato per le unità di trattamento dell'aria di ventilazione per ridurre il rumore durante l'operazione di ventilazione. Più potente è il sistema, maggiore è il livello di rumore. Questo è il motivo per cui durante la progettazione è necessario posizionare i ventilatori e le condutture dell'aria sopra i locali non residenziali, i corridoi. Si consiglia di installare dei dispositivi fonoassorbenti per mantenere la ventilazione più silenziosa.
  5. L'insonorizzatore è collegato da un tubo con uno scaldabagno. Una tubazione lascia il riscaldatore, per questo viene installato un sensore di calore, un sensore di temperatura ambiente speciale. Questo rende possibile il controllo del microclima.
  6. Un riscaldatore elettrico, un sensore di temperatura del canale sono installati dietro lo scaldacqua.

L'aria calda, riscaldata fino alla temperatura richiesta, viene scaricata nei locali interni tramite apposite griglie.

L'intero gruppo del gruppo di alimentazione viene assemblato rapidamente, ricorda un po 'il progettista. È necessario selezionare ogni elemento esattamente con la potenza e lo scopo del sistema di ventilazione, non deviare dal progetto compilato dallo specialista.

L'unità di impacchettamento dell'unità di trattamento dell'aria è una combinazione di tutti gli elementi utilizzati per l'apparecchiatura nel suo complesso. Prestare attenzione all'unità di raffreddamento o riscaldamento di aria e acqua (è utilizzata come dispositivo di raffreddamento).

È necessario selezionare la potenza corretta della ventola, che fornirà al flusso d'aria le caratteristiche necessarie. C'è un posto specifico per ogni elemento del sistema. Sono collegati da speciali tubi per le vie respiratorie.

Peculiarità di nodi di pinze che reggono

Un riscaldatore è un dispositivo che fornisce il riscaldamento dell'aria nella ventilazione di alimentazione (ad esempio, durante l'installazione di una cortina di calore) o il raffreddamento del flusso d'aria durante l'aria condizionata della stanza. Questo è un modulo separato che esegue lo scambio di calore contattando il flusso d'aria con gli elementi di riscaldamento (raffreddamento). A volte i refrigeratori d'aria sono chiamati refrigeratori d'aria, che lavorano su acqua fredda o freon, situati sulla superficie del dispositivo. Molto spesso il riscaldatore ad aria si trova nei sistemi di ventilazione.

Si ritiene che un elemento importante dell'intero sistema di ventilazione sia il raggruppamento del riscaldatore dell'aria.

Per azionare efficacemente il riscaldatore ad aria, è necessaria la sua connessione, che controlla tutto il lavoro, estrae l'acqua e mantiene la temperatura impostata nella stanza.

Pertanto, il gruppo di tubazioni del riscaldatore ad aria è un elemento importante dell'intero sistema di ventilazione.

Tipi di aerotermi moderni

Schema annoda i sistemi di flusso di caloriferazione delle tubazioni.

L'installazione del dispositivo può essere eseguita in due modi, a seconda dello schema di scambio d'aria, che comporta la miscelazione dell'aria di alimentazione con ricircolo o ricircolo chiuso del flusso d'aria. Se c'è ventilazione naturale, la posizione migliore per il generatore di aria è nel seminterrato, vicino al punto di ingresso dell'aria. Quando si utilizza lo schema di ventilazione forzata, la posizione del riscaldatore ad aria non svolge un ruolo speciale. Oggi vengono utilizzati diversi tipi di riscaldatori d'aria:

. Steam. Differire da un più alto tasso di riscaldamento della stanza attraverso l'aria condizionata, ventilazione. La fonte di calore in tale dispositivo è riscaldata con vapore acqueo. Il riscaldatore di vapore è più spesso installato in impianti industriali dove è possibile equipaggiare linee di vapore che forniscono una fornitura costante di vapore.

. Elettrico. Caratterizzato dall'assenza della necessità di installare complesse comunicazioni e velocità di installazione: è richiesta solo la connessione all'elettricità. Gli elementi riscaldanti sono utilizzati per gli elementi riscaldanti. Nel piano economico, l'uso di tali dispositivi è giustificato se l'area dello spazio riscaldato non supera i 100 metri quadrati. m.

. Acqua. Sono i dispositivi più comunemente usati. Quando si installano le tubazioni di uno scaldacqua, è richiesta solo la fornitura di una linea di alimentazione centralizzata dell'acqua, che non è associata ad un costo eccessivo rispetto all'installazione di una stufa a vapore. Tuttavia, tale modulo funzionerà se le tubature del riscaldatore dell'acqua sono montate correttamente.

Varianti di nodi di raggruppamento

Lo schema di nodi di un legame di un riscaldatore con una valvola a tre vie.

Le tubazioni del riscaldatore ad aria includono elementi che regolano la temperatura del refrigerante, podvodku, dispositivi di controllo. È importante scegliere correttamente i componenti della reggiatura in modo che corrispondano ai parametri dello scambiatore di calore. Qui intendiamo il diametro degli ugelli, il flusso del refrigerante. Le tubazioni standard del riscaldatore ad aria includono:

  • pompa;
  • dispositivi di misurazione: manometri, termometri;
  • valvole a sfera;
  • by-pass;
  • pulizia del filtro;
  • fodera;
  • valvola con azionamento elettrico (a due o tre vie).

Nodo standard con custodia rigida. Allo stesso modo, gli elementi sono collegati quando non vi è alcuna necessità di tubazioni flessibili e tutte le comunicazioni vengono eseguite utilizzando tubi di acciaio. La posizione del nodo è già nota in anticipo. Questa versione di installazione dello scaldacqua per la ventilazione è la meno costosa e facile da installare.

  • valvola a sfera: 1;
  • filtro: 2;
  • valvola di controllo con azionamento: 3;
  • pompa: 4;
  • valvola di ritegno: 5;
  • termomanometro 6.

Le tubazioni flessibili sono caratterizzate dall'uso di tubi flessibili ondulati al posto dei tubi in acciaio. Un nodo eseguito in tale piano è più funzionale. È installato dove i tubi convenzionali non sono possibili. Se necessario, per un controllo migliore, il numero di termomanometri può essere regolato su 4.

Metodi per controllare il processo di riscaldamento

Schema dello scaldabagno.

La regolazione del calore che entra nell'unità di raggruppamento può essere quantitativa o qualitativa. Nel primo caso, la regolazione implica un flusso inevitabile e variabile del refrigerante. Questo metodo non è del tutto razionale, quindi di recente è stato applicato il principio qualitativo della regolamentazione. Permette di controllare il riscaldamento del generatore d'aria a una portata costante del liquido di raffreddamento.

La regolazione mediante un principio qualitativo garantisce la linearità del processo di controllo in qualsiasi posizione della valvola di controllo. Un altro vantaggio: alta resistenza al possibile congelamento del riscaldatore ad aria, perché l'afflusso d'acqua è costante. Ciò si ottiene includendo una pompa dell'acqua direttamente nel circuito del riscaldatore, dove è organizzato un flusso d'acqua che non dipende da condizioni esterne. L'applicazione del principio qualitativo della regolazione è dovuta all'utilizzo di una pompa speciale e di uno stelo della valvola a tre vie. Questi elementi, integrati nell'unità di raggruppamento, presentano vantaggi che consentono di aumentare l'efficienza delle tubazioni e del riscaldatore:

  1. La pompa di circolazione centrifuga ha un "rotore bagnato" che ruota mentre si trova nel liquido. Ciò significa che lubrifica i cuscinetti dell'unità ed elimina la necessità di ghiandole. Nel caso di installazione di una tale pompa nel gruppo del fascio, le perdite sono impossibili, anche se si guasta o si sviluppa la sua vita.
  2. La posizione della valvola di controllo è il punto in cui il refrigerante entra nel riscaldatore ad aria. A differenza del dispositivo a due vie, il dispositivo a tre vie controlla completamente il processo di miscelazione. Nello stato chiuso c'è circolazione interna nel circuito chiuso; Quando la posizione è aperta, il liquido di raffreddamento non ricircola. Nel caso dell'installazione della struttura con l'asta, la vita utile della sede della valvola è prolungata, che si usura rapidamente nei modelli senza asta.

Caratteristiche dell'unità di raggruppamento per tende termiche

Un circuito con unità di controllo atte ad organizzare una cortina di calore.

Il sistema di controllo per le barriere termiche differisce dai regolatori convenzionali per la regolazione degli aerotermi per la ventilazione forzata. Ciò è dovuto al modo di funzionamento della cortina di calore: il più delle volte è in modalità standby, il tempo di lavoro è breve e il più delle volte avviene entro 1-3 minuti. Inoltre, la posizione di installazione della barriera d'aria viene solitamente rimossa dal punto di calore. Il design è spesso installato nello spazio sopra il soffitto della tenda, dove le correnti d'aria e, eventualmente, il raffreddamento locale non sono infrequenti. Un circuito con unità di controllo atte ad organizzare una cortina di calore.

Per spegnere il sistema da una conduttura di riscaldamento o da una barriera termica, utilizzare le valvole a sfera (1). Il filtro grossolano protegge il riscaldatore d'aria, la valvola di regolazione dalla penetrazione di particelle solide, che può ridurre l'efficienza dell'intera unità. Entrambe le valvole: interruzione (4) e regolazione con il convertitore (3) - forniscono la quantità massima di refrigerante nella modalità operativa e il minimo - in "attesa". Per alimentare gli azionamenti delle valvole a strappo per il riscaldatore ad aria a lama d'aria, è necessaria una tensione monofase di 220 volt.

I componenti dell'unità di impacchettamento non solo regolano la temperatura dell'aria nella stanza, ma proteggono anche il riscaldatore d'aria dalle fluttuazioni di temperatura, dalle perdite di carico nella rete di alimentazione del calore. L'installazione delle unità di miscelazione invia il circuito di riscaldamento alla modalità operativa, che fornisce parametri regolabili. In questo caso la ventilazione funziona in modo più efficiente, meno energia viene spesa.