Recuperatore d'aria - dispositivo, tipi, principio di funzionamento

La ventilazione quotidiana è la garanzia di uno stile di vita sano. Tutti lo sanno in teoria, in pratica tutto si rivela molto più complicato. In inverno, per ventilare casa o appartamento senza perdere calore, è tecnicamente difficile, ma possibile. E il recuperatore di aria aiuterà nella realizzazione di questo compito.

Questo è un tipo di alimentazione e ventilazione con uno scambiatore di calore che estrae l'aria di scarico verso la strada e entra nella stanza fresca, ma già riscaldata a temperatura ambiente. In quali casi è richiesta l'installazione, come è organizzato il recuperatore e quali modelli sono diffusi sul mercato - nel nostro articolo.

Il principio del recuperatore

Nella traduzione letterale dal recuperatore latino significa un ritorno. Tecnicamente, questo significa il ritorno dell'energia termica, sprecata con l'aria calda in uscita. Infatti, a causa del recupero, la temperatura del flusso in entrata e in uscita è equalizzata, a seguito della quale la stanza è fresca, ma comunque calda.

Principio di funzionamento dell'apparecchiatura

La ventilazione con recupero efficiente non è solo aria fresca, ma anche calda.

Questo recupero è fornito da uno scambiatore di calore che lavora su 2 camere, attraverso una delle quali c'è un flusso di scarico, attraverso l'altra - una attrazione. Nella camera, la temperatura viene equalizzata e la condensa che si forma viene deviata verso l'esterno.

Il principio del sistema si basa sulla conservazione del calore dell'aria ambiente con un trasferimento parziale di esso nella camera di attrazione. Cioè, fino a quando il flusso stradale entra nella casa, può raggiungere 20-23 ° C, a seconda di quale temperatura è attualmente all'interno.

Il design del dispositivo è composto dai seguenti elementi:

  • alloggiamento sotto forma di un canale di ventilazione;
  • scambiatore di calore;
  • sistema di filtrazione;
  • Ventola reversibile, guida scorre attraverso le camere;
  • cappuccio di ventilazione.

Rispetto ad altri tipi di apparecchiature per il clima, il recuperatore d'aria è meno energivoro (0,8-1,2 kW / h), pratico silenzioso e più efficiente.

L'uso del dispositivo è necessario non solo per la ventilazione, ma anche per un notevole risparmio di energia termica. La riduzione della perdita di calore comporta una riduzione del costo del riscaldamento e / o della climatizzazione.

La ventilazione con recupero efficiente non è solo aria fresca, ma anche calda

Il ciclo di lavoro è diviso in 4 fasi:

  1. Quando si accende la ventola soffia aria dall'appartamento verso l'esterno, mentre si riscalda lo scambiatore di calore.
  2. Raggiunta la temperatura impostata, la ventola aspira l'aria dalla strada.
  3. I flussi di freddo passano attraverso lo scambiatore di calore e si riscaldano, e a sua volta si raffredda.
  4. Quando la temperatura dello scambiatore di calore diminuisce, la ventola passa a serrare i flussi del locale e rimuoverli verso l'esterno.

"Recuperatore-ventilatore" funziona ciclicamente - "inalare" (afflusso) ed "espirazione" (estrattore). In media, per uno di questi "inalare", 1,5 metri cubi cadono nella stanza. aria fresca al minuto.

Valori approssimativi di temperatura:

La temperatura della massa dello scarico è di 22-23 °, viene portata in strada con un indicatore di 2-3 ° C. Le correnti fredde all'ingresso hanno -7 °, entrano nella stanza già con + 15-17 °.

VIDEO: Che cosa è il recupero efficace delle dita?

Funzionalità del recuperatore

Sembrerebbe, perché una tale unità complessa è necessaria, se i condizionatori d'aria, i convettori, i fan, ecc. Sono già stati inventati. È necessario fornire una ventilazione di qualità in una stanza, una casa, un appartamento. Questo dispositivo non ha un compito unilaterale - per riscaldare o raffreddare, la sua funzione è più difficile - per raffreddarsi senza riscaldamento (in estate) o per riscaldare senza raffreddamento (in inverno).

Valori approssimativi di temperatura

Inoltre, ci sono una serie di altri punti positivi:

  • risparmio energetico: i dispositivi moderni hanno un indicatore A ++;
  • ventilazione - all'interno ci sarà sempre aria fresca con un alto contenuto di ossigeno;
  • raffreddamento - anche senza condizionatore d'aria, grazie al funzionamento di un solo recuperatore, ci sarà una temperatura di + 20 ° C all'interno, anche se sulla strada + 35 ° C;
  • riscaldamento - quando l'aria è livellata, se "fuori bordo" -20 ° C, la casa sarà + 17 °;
  • pulizia dell'aria in entrata - il sistema ha un sistema di filtraggio che elimina odori, impurità e sapori di terze parti;
  • non ci sono correnti d'aria e non c'è una forte perdita di calore, che è particolarmente importante per i bambini, le sale giochi, le istituzioni mediche.

Tipi di attrezzature

A seconda del progetto dello schema di movimento delle masse d'aria, si distinguono quattro tipi:

Lo scopo di tutti i tipi è uno: la ventilazione e la circolazione dei flussi d'aria, ma la tecnologia è eccellente.

rotante

Strutturalmente, il dispositivo è costituito da uno o due rotori di forma cilindrica, nella cui cavità le piastre sono saldamente fissate. Quando l'aria si muove, iniziano a ruotare nella direzione opposta, stringendo e lanciando masse d'aria.

Struttura del tipo di rotore

In ambienti residenziali, non è consigliabile installare versioni rotanti: è un design ingombrante che funziona con grandi volumi di flussi. Sono utilizzati per grandi aree di produzione, grandi sale, ristoranti, ospedali e edifici amministrativi. La manutenzione e la manutenzione degli impianti rotativi è un'impresa costosa e per l'installazione è necessaria una camera di ventilazione isolata.

grembiule

Questa è la versione più popolare, in cui lo scambiatore di calore è costituito da più piastre assemblate in cassette, con intercalari di cellulosa. A causa del fatto che le cassette sono isolate e multistrato, i flussi d'aria non si mescolano e si riscaldano / si raffreddano in modo uniforme.

Disposizione dello scambiatore di calore a piastre

A causa delle dimensioni compatte e del funzionamento silenzioso, i recuperatori di piastre sono spesso installati in edifici residenziali, appartamenti e uffici. Non consumano elettricità. Meno il dispositivo - anche a una temperatura di -5 ° C il lavoro si ferma, mentre la parte esterna si blocca e i canali sono ostruiti da una condensa ghiacciata.

tetto

Questa varietà è destinata a grandi impianti industriali, magazzini e altri locali con ampie aree. Sono necessarie staffe speciali per l'installazione. Tra gli aspetti negativi: un'efficienza relativamente bassa, non superiore al 70% e una manutenzione regolare. Può essere piatto o acqua

Caratteristiche di montaggio

È più facile, ma più costoso affidare l'installazione a specialisti, ma è possibile installare un recuperatore per una casa privata o in un appartamento e con le proprie mani. Fatelo nella stanza in cui la famiglia viene raccolta più spesso. Qui l'aria è sempre la più compressa e richiede una regolare aerazione. Se stiamo parlando di un appartamento al primo piano, l'involucro esterno è fissato ad almeno 1 metro dall'altezza stimata del manto nevoso.

Se la stanza è già climatizzata, ma è previsto l'installazione di un recuperatore, non è possibile posizionare unità esterne accanto ad esso. L'aria sporca sarà stretta.

Effettuare un foro passante nel muro con un diametro da 15 a 25 cm, a seconda del modello scelto. Installare il guscio esterno sulle staffe, inserire un tubo nel foro e fissare il recuperatore dall'interno. Dalla strada sul blocco metti la griglia. Dopo l'installazione, eseguono un test di funzionamento, dopo il quale è possibile utilizzare il sistema.

Disconnettersi dal meccanismo di alimentazione non ha senso, in modalità automatica, consuma la minima quantità di energia elettrica. Spesso i fili sono collegati direttamente per liberare la presa.

Il controllo viene eseguito con il telecomando, dove solo 4 pulsanti:

  • on / off;
  • 2 modalità operative;
  • modalità estate / inverno.

Calcolo delle prestazioni

Questo parametro è determinato dalla formula:

K = 0,335 x V x (t1-t2)

  • K - coefficiente di efficienza (produttività);
  • V è il volume d'aria nella stanza;
  • t1 - temperatura dell'aria di mandata (esterna);
  • t2 è la temperatura della massa dello scarico (ambiente)

L'efficienza ottimale sarà dell'80-82%. Ciò significa che se la temperatura esterna è di -16 ° C, e nella stanza di 22 ° C, i flussi in entrata avranno il tempo di riscaldarsi fino a + 12 ° C.

L'efficienza del lavoro dipende direttamente dal tipo e dall'area dello scambiatore di calore. Più è alto, più veloce sarà il riscaldamento e la differenza sarà meno sentita.

Pro e contro dei dispositivi

Per il corretto funzionamento del ventilatore vale la pena scegliere modelli di alta qualità di produttori noti, altrimenti non ci sarà alcun effetto tangibile.

  1. Il costo al di sotto del sistema split è 2,5-3 volte la media.
  2. Installazione elementare in presenza di attrezzatura.
  3. Le impostazioni possono essere selezionate in ogni stanza separatamente (in sistemi split centralmente).
  4. Il condotto dell'aria non accumula polvere e sporcizia dalla strada.
  5. A seconda del modello, il consumo energetico minimo.

Ci sono troppi aspetti negativi:

  1. In estate, l'aria non si raffredda - la temperatura dello scambiatore di calore non scende a un livello tale da sentire un flusso freddo.
  2. In inverno, la temperatura massima di utilizzo è di -12-15 ° C, poiché il rivestimento esterno è congelato.
  3. In una stanza di oltre 30 mq un sistema non sarà sufficiente. È necessario installare 2 ventilatori di uguale portata, che funzioneranno in modo sincrono.

Nelle moderne abitazioni di SIP pannelli (sandwich) conosciuti a zero permeabilità al vapore, accuratamente fissati recuperatori, poiché la concentrazione di sostanze nocive a un certo punto raggiunge un valore di picco e diventa pericolo di vita.

Valutazione dei migliori modelli di recuperatori d'aria

Il tipo di attrezzatura, capacità, dimensioni e produttività sono selezionati in base allo scopo e all'area della stanza ventilata. Per un appartamento o una casa saranno dispositivi compatti a bassa potenza, per la produzione e lo stoccaggio - coperture o installazioni rotanti.

Tra i leader del mercato russo può essere identificato:

Meltem M-WRG

Il sistema di alimentazione e di scarico comprende:

  • scambiatore di calore in alluminio a piastre;
  • 2 ventilatori su un motore commutato elettronicamente;
  • 2 filtri G4;
  • scheda elettronica di controllo;
  • custodia esterna in plastica anti-vandalo AVS.

La capacità è sufficiente per aerare due stanze adiacenti fino a 50 mq. Il sistema avverte sulla necessità di sostituire i filtri, chiude automaticamente gli otturatori. È possibile installare filtri di diverse direzioni: sono inclusi set standard, carbone, antisettico, ecc. L'efficienza è dell'85%. Consumo energetico da 3,5 W all'ora.

Nel catalogo ci sono modelli con la funzione di riscaldamento delle masse d'aria, con controllo di rete, gestione del software "Smart House", ecc.

Il prezzo da 25000 rbl.

Prana-200G (domestico)

Fornire e scaricare il sistema di ventilazione a flusso diretto con canali di vie aeree corte. Il caso è fatto di plastica anti-vandalo alimentare. Scambiatori di calore a piastre e rame. Vengono installati filtri di pulizia ultra-fine, a causa dei quali l'aria viene pulita qualitativamente. Il consumo energetico è di 6-32 W / h, l'efficienza è dell'88%. Il volume della massa di rifornimento è di 135 metri cubi all'ora, lo scarico - 125 metri cubi all'ora.

Funzione di riscaldamento integrata del flusso in entrata. Il case è isolato, grazie al quale è possibile utilizzare fino a -10 ° C senza il rischio di glassare l'involucro.

Il costo del dispositivo da 24500 rubli.

VIDEO: Il principio della ventilazione del Prana

Prana-340S (industriale)

Sistema multicanale sviluppato appositamente per le stanze di maggiore area di destinazione speciale - complessi commerciali, campi sportivi, fabbriche, centri agricoli, ecc. Gli scambiatori di calore sono a forma di piastra, è consentita la connessione dell'alimentazione ramificata e dei condotti di scarico. La potenza del dispositivo è di 310 W / h, l'efficienza è del 78%. L'afflusso è di 1100 metri cubi, l'estratto è di 1020 metri cubi all'ora.

Il costo di 58100 rubli.

VIDEO: Installazione dello sfiato da solo

Efficace recuperatore d'aria con le proprie mani

Parla di cos'è un recuperatore d'aria e come assemblarlo con un budget minimo, ad esempio gli utenti di FORUMHOUSE!

Chiunque legga costantemente FORUMHOUSE sa che la ventilazione di alta qualità è la garanzia di un microclima sano in casa. Il sistema di ventilazione correttamente progettato e installato garantisce un flusso costante di aria fresca nella casa e il deflusso dei rifiuti verso l'esterno. Tuttavia, d'inverno, insieme all'aria espulsa, viene emesso un calore prezioso all'esterno e dalla strada entra aria fredda, il cui riscaldamento consuma ulteriore energia.

Per non riscaldare la strada, case sempre più moderne ed energeticamente efficienti sono dotate di recuperatori. E da allora i prezzi per i disegni industriali, per dirla in modo mite, mordono, la soluzione migliore è rimboccarsi le maniche e fare un recuperatore d'aria per la casa da soli!

Il principio del recuperatore

Prima di iniziare a progettare un dispositivo fatto da te, devi capire il principio del suo funzionamento.

La parola "recuperatore" (dal latino "recuperatio") significa la ricevuta o il ritorno di qualcosa indietro. Il recuperatore d'aria è un dispositivo in cui il trasferimento di calore da un flusso di aria in uscita, già riscaldata, all'aria fredda in entrata avviene attraverso lo scambio di calore.

Pertanto, la perdita di calore a casa è ridotta, il che consente di ridurre il costo del riscaldamento.

Non confondere il concetto di riscaldamento e recupero dell'aria. Uno si riferisce al sistema di riscaldamento, e il secondo fa parte del moderno sistema di ventilazione di una casa di campagna e persino di una casa per le vacanze.

Sistema di recupero dell'aria per una casa privata.

  • costo dei vettori energetici;
  • durata prevista del sistema;
  • somme spese per l'installazione del sistema;
  • l'importo speso per la manutenzione annuale del sistema.

Dan! La:

- Il recuperatore è solo una parte (e non la più costosa) del sistema di ventilazione forzata. Pertanto, la sua e la ventilazione dovrebbero essere considerate come un sistema comune.

Ventilazione con auto-recupero

I recuperatori sono classificati in base al design e allo scopo, ovvero:

1. Dal tipo di movimento del liquido di raffreddamento (aria) - flusso o controcorrente.

Recuperatore d'aria, dispositivo.

1. Recuperatore rotativo

Questo tipo di scambiatore di calore è un alloggiamento chiuso con un rotore (tamburo) installato al suo interno, azionato da un motore elettrico.

Il rotore ruota ad una certa velocità e gira alternativamente nella zona d'azione di un flusso d'aria caldo o freddo.

Pertanto, le piastre del rotore ruotano ciclicamente, quindi si raffreddano.

Di conseguenza, il calore accumulato viene trasferito all'aria fredda della strada in ingresso.

I dispositivi di tipo rotore hanno un'alta efficienza (fino all'85%), non congelano a basse temperature e regolano parzialmente il livello di umidità.

Recuperatore d'aria con le proprie mani: disegni.

  • una costruzione complessa costituita da un motore elettrico, un rotore, una cinghia di trasmissione e un sistema di canali;
  • aumento del livello di rumore;
  • la presenza di parti mobili riduce l'affidabilità del sistema e porta alla necessità di una manutenzione più frequente.

2. Scambiatore di calore a piastre

Lo scambiatore di calore a piastre è uno scambiatore di calore (cassetta) costituito da una pluralità di lastre sottili collegate l'una all'altra con un gioco ridotto.

L'aria calda, passando attraverso la cassetta, riscalda le piastre, che a loro volta, a causa del rapido scambio di calore, trasmettono energia alla corrente fredda.

perché i flussi d'aria non sono mescolati tra loro, lo scambio di calore viene effettuato mediante il raffreddamento e il riscaldamento simultanei delle piastre da tutti i lati.

Lo scambiatore di calore a piastre per la ventilazione domestica presenta i seguenti vantaggi:

  • basso costo;
  • dimensioni compatte;
  • semplicità del dispositivo;
  • assenza di parti mobili.

Piastre per recuperatore d'aria.

Nonostante uno svantaggio significativo, questo tipo è il più comune nell'autodesign.


Recuperatore con scambiatore di calore rotativo

Lo scambiatore di calore dello scambiatore di calore a piastre viene spesso realizzato con piastre quadrate. Come il materiale per le piastre sono usati:

  • sottili fogli di rame o alluminio;
  • stagnola;
  • membrane permeabili al vapore.

Recuperatore rotativo con le tue mani.

Ventilazione con recuperatore in una casa privata

Vitman:

- La distanza ottimale tra le piastre non supera i 3 mm.

Quanto più piccolo è lo spazio tra le piastre e quanto più sono sottili, tanto maggiore è lo scambio di calore tra i flussi d'aria. rispettivamente,aumenta l'efficienza dell'installazione.

Tuttavia, una diminuzione dello spessore degli spazi vuoti porta ad un aumento del tasso di formazione della condensa. Ciò, a sua volta, causa il collegamento dei canali allo scambiatore di calore e provoca una diminuzione dell'efficienza del dispositivo.

Per combattere questo evento, ulteriormente l'aria fredda in entrata viene preriscaldata mediante riscaldatori elettrici o disabilitare afflusso in entrata e spurgata solo caldo scambiatore di calore aria.

Ciò aumenta la laboriosità della produzione del dispositivo a casa.

Ma l'utente del nostro sito con un soprannome Megavolt assemblato un efficace recuperatore di piastre con le proprie mani con un'unità di controllo. Placche forumchanin prima ha deciso di fare un foglio di rame, ma, a causa del suo alto prezzo, ha deciso di passare al cibo in alluminio.

Recuperatore per una casa privata con le proprie mani.

- Avevo paura che lo scambiatore di calore della lamina inizi a vibrare e "cantasse", ma mi sono sbagliato, l'installazione non è più forte del computer. Il caso è stato incollato dalla plastica. La produttività è di 200 m3 all'ora. Inoltre ho realizzato un'unità di controllo del processore del sistema. Ora è possibile osservare il funzionamento del dispositivo, per così dire, nella modalità "online".

In modalità operativa, il display mostra la temperatura dell'aria in entrata e in uscita, il tempo, la potenza delle ventole. In caso di interruzione di corrente, l'unità di controllo viene alimentata dalla batteria.

Recuperatore d'aria per la casa con le proprie mani.

- Ho comprato 11 fogli di polipropilene a nido d'ape 3m / 2m / 3mm. Tagliali in parallelogrammi 1x0,5 me incollati insieme in silicone. Lo spazio tra i fogli era controllato da un cavo da 3 mm. L'allacciatura all'assemblaggio è stata compressa e lo spazio tra gli elettrodi è stato di 1,5-2 mm, il che ha avuto un effetto positivo sull'efficienza e negativamente sulla perdita di carico. Lo scambiatore di calore è stato installato in una scatola di plastica espansa, ha portato i condotti dell'aria isolati di 160 mm di diametro e ha messo il recuperatore in soffitta. La capacità dell'impianto è di 150 m3. Le misurazioni personali hanno dimostrato che a una temperatura di 5 ° C sulla strada ea 24 ° C- nella casa sull'affluente, si ottengono 22 ° C.

Inoltre, tra i colleghi c'è un tipo coassiale di recuperatori.

Vitman:

- Secondo me, a casa è più facile realizzare un recuperatore autocostruito autocostruito (pipe in a pipe).

Tale dispositivo è prodotto da un tubo di scarico con un diametro di 160 mm, una lunghezza di 2 me una flangia di alluminio con un diametro di 100 mm e una lunghezza di 4 m.

Alle estremità del tubo di plastica vengono inseriti gli adattatori di diramazione e all'interno del tubo viene posta una corrugazione completamente tesa, a forma di spirale. Grazie agli splitter, una corrente calda viene inseguita attraverso la corrugazione e il flusso freddo entra all'interno del tubo di plastica. Di conseguenza, i flussi sono separati e non si mescolano tra loro e l'aria fredda, passando attraverso lo scambiatore di calore, si riscalda.

SIM1:

- Come esperimento ho combinato un recuperatore coassiale con uno scambiatore di calore a terra. La lunghezza del tubo di plastica - 2,3 m, diametro - 160 mm. Corrugazione in alluminio: lunghezza 3,5 m, diametro 100 mm. Il dispositivo che ho raccolto in 3 ore mi è costato 5 tonnellate di sfregamento. Ha posizionato orizzontalmente.

In base ai risultati dei test, il partecipante al forum ha ricevuto i seguenti dati:

  • Temperatura ambiente + 24 ° C.
  • La temperatura dell'aria in ingresso è di -7 ° C.
  • La temperatura dell'aria all'uscita è di + 19 ° C.
  • Capacità fino a 270 m3.

Vitman:

- Più lungo è il percorso che l'aria fredda attraversa lo scambiatore di calore, maggiore è l'efficienza dell'installazione. Ti consiglio di assemblare questo dispositivo da 4 tubi di 2-2,5 metri ciascuno. È meglio isolare i tubi in aggiunta. Tuttavia appare la condensazione, ma sarà molto inferiore rispetto al tipo di piastra del dispositivo, che non funzionerà senza il riscaldamento aggiuntivo del flusso in entrata a bassa temperatura. Per raccogliere la condensa, è possibile installare i tubi ad angolo o in verticale e inserire una connessione di scarico.

Anche gli utenti del sito FORUMHOUSE offrono di modernizzare il design del recuperatore coassiale.

Master Master:

- È necessario scambiare l'alimentazione e il flusso di ritorno e lasciare che l'aria fredda attraversi la corrugazione.

saks01:

- Perché il tubo esterno deve ancora essere isolato, quindi è possibile abbandonarlo completamente.

Ho in programma di raccogliere una lunga scatola di EPP e di inserire l'ondulazione di alluminio al suo interno. Penso che l'efficienza del dispositivo aumenterà.

FORUMHOUSE contiene risposte a tutte le domande sul recupero e sulla ventilazione. Leggi lo scambiatore di calore fatto in casa con gli automatismi. Anche sul nostro portale è chiaramente mostrato come assemblare un recuperatore da materiale comune come il policarbonato cellulare. Scopri cosa succede se combini un recuperatore coassiale e uno scambiatore di calore a terra.

E avendo familiarizzato con il nostro video, imparerai come lo scambiatore di calore aiuta a risparmiare energia termica.

recupero

recupero (dal latino recuperatio- "ricevuta di ritorno") - il ritorno di una parte del materiale e dell'energia per il riutilizzo nello stesso processo tecnologico.

Il recupero nella lavorazione delle materie prime è chiamato desorbimento. Il desorbimento, come altri processi di trasferimento di massa, è solitamente reversibile e il processo primario è chiamato adsorbimento. Questi processi sono ampiamente usati nell'industria chimica per la purificazione ed essiccamento dei gas, pulizia e schiarire soluzioni, la separazione di miscele di gas o vapori, in particolare quando si rimuove il solvente volatile dalla miscela di gas (recupero solventi). Recupero di solventi liquidi utilizzati nella produzione di idrocarburi, alcoli, eteri, esteri e simili. D. I processi di adsorbimento e desorbimento sono effettuate in impianti specializzati adsorbimento.

recupero - il processo di recupero parziale dell'energia per il riutilizzo. In questo argomento stiamo parlando di recupero dell'aria nei sistemi di ventilazione.

Il principio del recuperatore

Abbiamo la fornitura e la ventilazione di scarico. L'aria di mandata viene pulita dai filtri dell'aria in inverno e riscaldata dagli aerotermi. Entra nella stanza, lo riscalda e diluisce gas nocivi, polvere e altre emissioni. Poi entra nella ventilazione degli scarichi e viene buttato in strada... Da qui il pensiero... Perché non riscaldiamo l'aria fresca e fredda con l'aria che viene espulsa. Dopotutto, sostanzialmente buttiamo via i soldi. Quindi, abbiamo l'aria espulsa con una temperatura di 21 C e l'aria di mandata, che ha una temperatura di -10 C rispetto al riscaldatore ad aria, installiamo, per esempio, un recuperatore con uno scambiatore di calore a piastre. Per comprendere il principio dell'azione di un recuperatore con uno scambiatore di calore a piastre, immagina un quadrato in cui l'aria di scarico fluisce dal basso verso l'alto e l'aria di alimentazione da sinistra a destra. Inoltre, questi flussi non sono mescolati tra loro a causa dell'uso di speciali piastre termoconduttrici che separano questi due flussi.

Come risultato, l'aria di alimentazione espulsa aria cede calore e il 70% all'uscita dello scambiatore di calore ha una temperatura di 2-6 C e l'aria di alimentazione, a sua volta, ha una temperatura di uscita di 12-16 C. Di conseguenza riscaldatore recuperatore riscalderà l'aria non è -10 e +12 C e questo ci consentirà di risparmiare considerevolmente sull'energia elettrica o termica spesa per il riscaldamento dell'aria di alimentazione.

Tipi di recuperatori

Sebbene lo scambiatore di calore con scambiatore a piastre è il più comune in Russia, ci sono altri tipi di scambiatori di calore, che in alcuni casi sono più efficaci o anche solo possono affrontare i compiti. Ti suggeriamo di considerare i quattro tipi più popolari di recuperatori:

Recuperatore con scambiatore di calore a piastre (Scambiatore di calore a piastre)

Recuperatore con scambiatore di calore rotativo (Scambiatore di calore rotativo)

Recuperatore di ricircolo dell'acqua

Scambiatore di calore a piastre

Il tipo più comune è un recuperatore d'aria piatto o esatto per appartamenti.

È una piccola cassetta. Ha due canali, che sono separati da lamiere di acciaio. Su di essi ci sono separatamente i flussi di aria di alimentazione e di scarico. L'acciaio funge da "filtro" per il calore. Cioè, c'è uno scambio di temperatura, ma non è permesso mescolare l'aria. La prevalenza di questo tipo di dispositivo è dovuta alla sua semplicità, compattezza ed economicità. Il recuperatore di aria a piastre per appartamenti presenta alcuni inconvenienti, ma non sono così significativi se installati in piccole aree residenziali.

Vantaggi: - il dispositivo è facilmente integrabile in qualsiasi parte del condotto; - non ci sono parti mobili (manutenzione più semplice, nessun rischio di spostamento di flussi d'aria, ecc.); - efficienza relativamente alta - 50... 90%; - è possibile lavorare con miscele di gas e aria ad alta temperatura (fino a + 200 ° C); - la resistenza aerodinamica dei flussi d'aria passa aumenta in modo insignificante; - Semplice regolazione della capacità tramite una valvola di bypass.

I recuperatori di piastre sono progettati in modo tale che l'aria che scorre in essi non sia mescolata, ma siano contattati l'uno con l'altro attraverso le pareti della cassetta di scambio termico. Questa cassetta è composta da una varietà di piastre che separano i flussi di aria fredda dall'aria calda. Più spesso, le lastre sono fatte di fogli di alluminio, che ha eccellenti proprietà di conduttività termica. Le piastre possono anche essere fatte di plastica speciale. Questi sono più costosi di quelli in alluminio, ma aumentano l'efficienza delle apparecchiature.

Gli scambiatori di calore a piastre hanno un notevole inconveniente: a causa della differenza di temperatura, la condensa cade sulle superfici fredde, che si trasformano in ghiaccio. Il recuperatore ghiacciato smette di funzionare in modo efficiente. Per sbrinarlo, il flusso in entrata viene automaticamente trasferito al bypass dello scambiatore di calore e riscaldato dal riscaldatore ad aria. L'aria calda in uscita, nel frattempo, scioglie il ghiaccio sui piatti. In questa modalità, ovviamente, non vi è alcun risparmio di energia e il periodo di scongelamento può richiedere da 5 a 25 minuti all'ora. Per riscaldare l'aria in entrata nella fase di scongelamento, vengono utilizzati calorificatori con una potenza di 1-5 kW.

In alcuni scambiatori di calore a piastre, il preriscaldamento dell'aria in entrata viene utilizzato fino a una temperatura che esclude la formazione di ghiaccio. Ciò riduce l'efficienza del recuperatore di circa il 20%.

Un'altra soluzione al problema della glassa sono le cassette igroscopiche in cellulosa. Questo materiale assorbe l'umidità dal flusso d'aria di scarico e la trasferisce all'arrivo, restituendo così l'umidità. Tali recuperatori sono giustificati solo in edifici in cui non vi è alcun problema di ristagno idrico. Il vantaggio incondizionato dei recuperatori di idrocarburi è che non hanno bisogno di riscaldamento elettrico dell'aria, il che significa che sono più economici. Negli scambiatori di calore con scambiatore di calore a doppia piastra, l'efficienza raggiunge il 90%. Naled in loro non è formato, a causa del trasferimento di calore attraverso la zona intermedia.

Noti produttori di scambiatori di calore a piastre: SCHRAG (Germania), Mitsubishi (Giappone), ELECTROLUX, SYSTEMAIR (Svezia), SHUFT (Danimarca), Remak, 2W (Repubblica Ceca), Midea (Cina).

Che cos'è un recuperatore d'aria: il dispositivo e il principio di funzionamento, i suoi tipi, i criteri di selezione e la revisione dei migliori modelli

Ultimamente molte persone hanno cercato di utilizzare strumenti di efficienza energetica. Sotto il settore privato, vengono progettate celle solari, batterie per il risparmio di calore, elettricità, gas, risorse idriche. Il recuperatore d'aria è diventato uno dei marchi di marketing. In latino significa ricevuta di ritorno, reso o rimborso. Il compito: creare un microclima confortevole, riducendo il costo del riscaldamento.

Cos'è il recuperatore d'aria e quali sono le sue funzioni?

Il recuperatore è uno scambiatore di calore speciale utilizzato per ventilare i locali. Durante l'aerazione, la maggior parte del calore non va persa. In inverno, il carico di riscaldamento diminuisce.

Con una circolazione costante, l'apparecchiatura funziona immediatamente in due direzioni. I rifiuti di aria calda vengono rimossi. Il freddo proveniente dalla strada si riscalda, entra nella stanza, viene disinfettato con il riscaldamento. La modalità di temperatura può essere regolata.

La maggior parte dei modelli è dotata di automazione. Il funzionamento semplice assicura il massimo comfort. Il sistema di alimentazione e scarico con recuperatore consente di risparmiare denaro, mantiene il calore, dà aria fresca, pulisce gli allergeni.

Il dispositivo e il principio di funzionamento delle apparecchiature

I flussi di rifiuti durante la rimozione passano attraverso lo scambiatore di calore, emettendo calore. Questo è il principio di base dell'azione. Il recuperatore è costituito da un alloggiamento a cui sono collegati gli ugelli, sono montati ventilatori, filtri e cassette di scambio termico.

  • L'aria viene raccolta attraverso i condotti;
  • Con l'aiuto di un ventilatore viene inserito nel sistema;
  • Passare attraverso il recuperatore;
  • È gettato nell'atmosfera;
  • Dalla strada vengono presi nuovi flussi e vengono nuovamente fatti passare attraverso il recuperatore;
  • Il calore parziale viene raccolto e trasferito all'afflusso in entrata.

rotante

Funziona con un elemento rotante. Il tamburo è fatto di un foglio di alluminio con un'alta conducibilità di calore. Il calore alla rimozione viene trasferito alle masse d'aria in entrata.

Il dispositivo non è suscettibile al gelo. Nelle stanze si forma meno secchezza. Il recuperatore di calore rotativo dell'aria di ventilazione consuma in modo economico l'elettricità. La velocità del rotore richiesta è impostata. Con l'aiuto del regolatore di velocità, la potenza termica viene cambiata. Efficienza del lavoro: 87%

lamellare

Il flusso di ingresso e di uscita è protetto da piastre di alluminio, attraverso le quali avviene il riscaldamento. La condensa appare sulle piastre. In caso di gelo, sull'apparecchio appare ghiaccio. Puoi scioglierlo con una stufa elettrica.

Durante il riscaldamento, il trasferimento di calore non si verifica, l'efficienza operativa è zero. Le prestazioni generali diminuiscono. Dopo aver riscaldato l'aria fredda nella modalità operativa, il rinculo è in media del 90%.

Acqua di ricircolo

Per il trasferimento di calore, viene utilizzato un liquido. Può essere paragonato al funzionamento della caldaia, che viene sostituita da uno scambiatore di calore e integrata nella cappa. Il ruolo del radiatore è giocato da un altro elemento, che è inteso per il flusso in entrata dalla strada.

Nel primo - l'acqua è riscaldata, nel secondo - dà via il suo calore. L'apparecchiatura consuma elettricità e non è prevista per lo scambio di umidità dell'aria. La circolazione forzata del refrigerante si riduce solo alla rimozione e al trasferimento di calore nella stanza. L'efficienza energetica è del 40% - 70%.

camera

Il freddo e il calore si trovano nella camera comune, che è separata da un ammortizzatore. Nel design sono forniti elementi mobili. Dopo un certo periodo di tempo, il lembo ruota, cambiando direzione. Il calore viene trasferito attraverso le pareti della camera. L'aria di scarico riscalda metà della camera, quindi l'elemento di regolazione dirige il flusso dalla strada.

Dopo il riscaldamento, il processo viene ripetuto di nuovo. A causa della mobilità delle parti integrate, esiste la possibilità di mescolare reciprocamente l'aria in entrata e in uscita. Non esclude la contaminazione del flusso puro e la trasmissione di tutti i tipi di odori dall'esterno. L'efficienza del dispositivo è del 70% -80%.

freon

Come recuperatore, vengono utilizzati i tubi freon. Nell'aria calda il freon evapora. A bassi livelli, si raffredda fino a formare un condensato. I flussi sono in heat heat-thermosiphons. Si tratta di tubi di rame sigillati ermeticamente pieni di freon.

Un'estremità del tubo nel flusso di scarico si riscalda, il contenuto dei tubi bolle e surriscalda il calore fino all'altra estremità. Freon si condensa e emette calore. Di conseguenza, la temperatura aumenta. Efficienza: 50-70%.

Un prerequisito per il funzionamento di un recuperatore di freon: i condotti devono essere installati in posizione verticale uno sopra l'altro.

Feedback sui recuperatori d'aria: i pro ei contro

  • Se necessario, è possibile sostituire completamente la ventilazione naturale;
  • La pulizia viene effettuata in forma chiusa attraverso i filtri, proteggendo al contempo l'apparecchiatura dalla contaminazione;
  • Risparmio sui costi energetici, in particolare, costi di riscaldamento e sistemi aggiuntivi. Le spese sono ridotte del 30% - 50%. In alcune situazioni non è necessario installare i radiatori;
  • La stanza è costantemente ventilata. Durante lo scambio d'aria, l'umidità in eccesso, gli odori estranei, le sostanze nocive possono essere facilmente rimosse. L'appartamento pulito sembra ben curato e il microclima fresco influisce favorevolmente sulla salute umana.
  • Alcuni dispositivi hanno un piccolo rumore;
  • Dopo una lunga operazione, i canali devono essere puliti;
  • Ci sono interruzioni di corrente, dopo le quali il sistema non si avvia automaticamente;
  • L'equipaggiamento di una premessa da sistemi di recupero - attività economica, ma solo in una fase iniziale. In futuro, i costi pagheranno.

In generale, le recensioni dei consumatori rivelano più momenti positivi che negativi.

Cosa dovrei cercare quando scelgo?

  • Il clima locale è preso in considerazione. Ad esempio, i dispositivi a piastra con controcorrente sono più adatti in una striscia con un clima temperato;
  • Per la casa è importante scegliere il modello con i minori costi energetici. I fan consumano la maggior parte dell'energia consumata. Quando si sceglie, prestare attenzione alla potenza del dispositivo;
  • È necessario guardare l'area del materiale di filtrazione. Con una vasta area, una maggiore durata e minor consumo di energia. Un filtro contaminato aumenta il consumo di energia;
  • Presta attenzione ai filtri. Il G3 più semplice viene pulito solo da grandi contaminanti. I filtri M5 migliori possono intrappolare una grande quantità di polvere. La più alta classe di F7: rimuove tutto, compresa la polvere fine;
  • La capacità dell'installazione deve corrispondere alle esigenze e alle dimensioni dei locali. L'intensità è influenzata dal numero e dalla frequenza della sostituzione del flusso d'aria. L'efficienza del lavoro è approssimativamente uguale al volume della stanza;
  • Quando si seleziona, la gestione del sistema di recupero è importante. L'automazione offre ampie opportunità. Funziona in base alle necessità: basta programmare la modalità desiderata. In qualsiasi momento, il livello di intensità può essere modificato con un programma settimanale.

I consigli principali ti aiuteranno a scegliere il recuperatore migliore e più adatto. Le prestazioni dipendono anche dalla qualità dell'installazione e dal corretto funzionamento.

Calcolo dell'efficienza del recuperatore

L'efficienza del recuperatore varia a seconda delle condizioni meteorologiche. Calcolato dalla seguente formula:

  • S - efficienza del recupero;
  • T1 - t ◦ Dal flusso in entrata;
  • T2 - t ◦ C in strada;
  • T3 - t ◦ C all'interno.
  • t ◦ Dal flusso in entrata: +18 ◦ C;
  • t ◦ C in strada: +6 ◦ C;
  • t ◦ С indoor: +23 ◦ С.

I migliori modelli di recuperatori d'aria

VAKIO

  • Caratteristiche:

Esistono tre modalità operative: scarico, immissione e recupero. In inverno, non devi pagare per il riscaldamento della zona giorno. Automaticamente 40 secondi la ventola del dispositivo attira l'aria. Quindi la direzione del lavoro cambia, funziona allo stesso tempo dell'elemento di fornitura. Il dispositivo funziona continuamente.

Una piattaforma rotante speciale fornisce un cambio di modalità. A causa di ciò, viene fornita anche una testa alta. Fornisce una versione di Wi-Fi per la gestione tramite smartphone. Allo stesso tempo, puoi sempre passare da una versione semplice ad una avanzata.

  • Caratteristiche principali:

    Sono disponibili due set completi: assemblati con un silenziatore o un'unità separata che funziona come una valvola convenzionale. Pulizia: media. Classe del filtro principale F6. La capacità è abbastanza per l'uso in città.

    Il filtro è installato nel blocco di isolamento acustico. Il kit include due filtri. L'afflusso in entrata è caldo senza elettricità. A venti gradi di brina, la stanza si riscalda fino a +15 ◦ С. In media, il produttore dà una garanzia: un anno.

  • Costi accessibili del dispositivo, non vi è alcun costo per l'elettricità e la sostituzione dei filtri. Installazione rapida, il sistema viene installato entro un'ora. Uno degli strumenti più silenziosi, grazie al sistema di riduzione del rumore. Wakio può rimuovere la polvere più piccola. È possibile installare in qualsiasi posto conveniente nella stanza: dietro le tende dal basso, sopra il muro, sotto la finestra o sopra la batteria.

    A differenza dei modelli in ceramica, un dispositivo economico è costituito da un materiale polimerico che non si congela nelle condizioni di un rigido inverno russo. L'apparecchiatura è protetta in modo affidabile, fornisce un'efficienza del dispositivo superiore all'80%. Con uno scambiatore esterno, la produttività sale al 90%.

  • svantaggi:

    Il dispositivo non protegge da allergeni e gas di scarico. Reagisce male all'estratto naturale Prima dell'installazione si consiglia di isolare le cappe in cucina e nei bagni. Nella maggior parte dei casi, chiudi le porte abbastanza stretto.

  • Costo: 4900 rubli. - 15900 rub.
  • Marley

    Il principio di funzionamento è basato sul feed inverso. La direzione del flusso cambia ogni 70 secondi, riscaldando l'elemento ceramico. Il cambio completo di composizione avviene ogni due ore. Grazie ai filtri integrati, l'aria pura è sempre presente.

    Un alto livello di efficienza è raggiunto dall'operazione a coppia di due recuperatori collegati via radio. All'interno della stanza è costruita una copertura decorativa. La necessità di manutenzione sarà indicata da una lampadina rossa lampeggiante sull'alloggiamento del recuperatore.

  • Caratteristiche principali:

    Dotato di un elemento in ceramica, che si trova all'interno di un tubo isolato termicamente. Responsabile del riscaldamento dell'aria in ingresso. Fuori c'è una copertura per insetti esterna. Di seguito è un ventilatore con tre livelli di potenza. Il filtro dell'aria è responsabile della pulizia. La stanza ritorna all'85% del calore. Potenza assorbita 8 watt.

  • vantaggi:

    Il rumore è ridotto al minimo. Facile e conveniente da utilizzare con il telecomando. È garantito un ricambio d'aria a risparmio energetico costante ed efficace. Dalla strada, sporco e polvere non entrano nella stanza.

    La manutenzione può essere fatta indipendentemente, a casa. Per fare ciò, rimuovere il coperchio, rimuovere l'elemento in ceramica e il filtro. Il filtro è sufficiente per aspirare. La parte in ceramica viene lavata con acqua calda e sapone.

  • svantaggi:

    Non è raccomandato l'installazione in climi freddi.

  • Prezzo: 29500 sfregamenti. - 32500 rub.
  • Mitsubishi Electric

    Lo scambio avviene all'interno della fotocamera. Accanto ai filtri c'è una ventola di scarico protettiva a rete. Di seguito è una ventola centrifuga in cui viene creata un'alta pressione statica. Per l'installazione, è necessario praticare due fori nella parete sotto la pendenza. Inseriscono i condotti dell'aria.

  • Caratteristiche principali:

    È collegato alla rete da 220 volt, ha due velocità di funzionamento. Ad alta velocità, la portata è di circa 100 m 3 / h, il rumore della ventola raggiunge i 36 dB. A basse velocità, il consumo d'aria si riduce della metà, il livello di rumore si riduce notevolmente.

  • vantaggi:

    A causa delle pareti sottili nel filtro, c'è uno scambio attivo di ossigeno e umidità, contribuendo a mantenere un microclima naturale. Nel caso ci siano terminali per il collegamento di un interruttore esterno. Una copertina è allegata alla copertina.

    È possibile spegnere l'interruttore con una presa o collegarsi a un cablaggio nascosto esistente nella stanza prima dell'interruttore. Il dispositivo a parete non rovina l'interno con fili inutili.

  • svantaggi:

    Cavo di estensione del personale non sempre sufficiente dal produttore. È necessario ordinare in aggiunta ai giunti. Non tutti i modelli funzionano in silenzio.

  • Prezzo: 19140 rub. - sfregamento 20150.
  • Recupero di calore nei sistemi di ventilazione: principio operativo e opzioni

    Nel processo di ventilazione, non solo l'aria di scarico, ma anche parte dell'energia termica viene riciclata dalla stanza. In inverno, questo porta ad un aumento delle bollette energetiche.

    Ridurre i costi non necessari, non a scapito dello scambio d'aria, consentirà il recupero del calore in sistemi di ventilazione centralizzati e localizzati. Per il recupero dell'energia termica vengono utilizzati diversi tipi di scambiatori di calore: recuperatori.

    Il concetto di recupero: il principio dello scambiatore di calore

    Tradotto dal latino, il recupero significa un rimborso o una ricevuta di ritorno. Per quanto riguarda le reazioni di scambio termico, il recupero si caratterizza come un ritorno parziale dell'energia spesa per eseguire l'azione tecnologica ai fini dell'applicazione nello stesso processo. Nel sistema di ventilazione, il principio di recupero viene utilizzato per risparmiare energia termica.

    Per analogia c'è un recupero del raffreddamento in caso di caldo - le masse di alimentazione calde riscaldano l'uscita "work-off" e la loro temperatura cala.

    Il processo di recupero di energia viene eseguito in uno scambiatore di calore recuperativo. Il dispositivo prevede la presenza di un elemento di scambio termico e ventilatori per il pompaggio di flussi d'aria multidirezionali. Il sistema di automazione è utilizzato per controllare il processo e controllare la qualità della fornitura d'aria.

    Il design è progettato in modo che i flussi di alimentazione e di estrazione si trovino in compartimenti separati e non si mescolino: il recupero del calore viene effettuato attraverso le pareti dello scambiatore di calore.

    Comprendi e capisci che ventilazione con recupero aiuterà un chiaro schema di circolazione dell'aria.

    Opportunità del recuperatore nella ventilazione

    È possibile parlare dell'opportunità di organizzare la ventilazione recuperativa valutando l'efficacia del sistema e confrontando i suoi vantaggi con le carenze.

    La necessità di utilizzare il recupero del calore è più rilevante negli edifici con evacuazione forzata dell'aria. Di norma, si tratta di strutture a bassa inerzia erette utilizzando innovative tecnologie di isolamento termico (case fatte di pannelli sandwich, pannelli di silicato di gas, blocchi di schiuma). In tali edifici, le pareti sono scarsamente immagazzinate sotto il calore e lo scambio d'aria naturale è inefficace.

    Tuttavia, i problemi con la circolazione dell'aria sono tipici degli edifici "tradizionali" fatti di mattoni e cemento. La presenza di finestre in PVC ermetiche termoisolanti blocca la circolazione con una motivazione naturale: il flusso di aria fresca si arresta e la spinta nel condotto di ventilazione tende a zero o "capovolge".

    La soluzione del problema delle "eurowindows" è l'organizzazione della ventilazione forzata. Il sistema ripristina lo scambio d'aria, ma allo stesso tempo la perdita di calore aumenta al 60%. E qui non possiamo fare a meno del recupero termico.

    L'indice di efficienza del recupero di calore di ventilazione:

    • 0% - finestra aperta - l'aria calda viene rimossa nell'atmosfera e il freddo penetra all'interno, abbassando la temperatura nella stanza;
    • 100% - l'aria di mandata viene riscaldata alla temperatura di "spegnimento" - tecnicamente impossibile da realizzare;
    • Il 30-90% è un parametro accettabile, il recupero con un'efficienza del 60% o superiore è considerato buono, l'efficienza superiore all'80% è un eccellente trasferimento di calore.

    L'efficacia del sistema dipende dal tipo di recuperatore, dalle dimensioni della stanza e dal flusso d'aria. In ogni caso, l'uso della ventilazione di recupero, anche con un'efficienza del 30%, è più vantaggioso della sua assenza. Oltre a significativi risparmi sulle risorse energetiche, la "rigenerazione" del calore migliora il microclima generale nella stanza.

    Svantaggi dell'utilizzo di uno scambiatore di calore:

    1. Dipendenza energetica L'acquisto di attrezzature per il clima è giustificato se il consumo di elettricità è significativamente inferiore ai risparmi dopo l'installazione del recuperatore.
    2. La condensa. A causa della differenza di temperatura, l'umidità può condensarsi sulle pareti dello scambiatore di calore. In inverno, c'è la possibilità di glassa, che è irto di un rapido declino in termini di efficienza o della produzione del recuperatore fuori uso.
    3. Lavoro rumoroso. Alcuni modelli nel processo di sfruttamento producono un rombo. Se durante il giorno questa mancanza non è particolarmente evidente, di notte il rumore provoca disagio. I recuperatori con isolamento migliorato funzionano tranquillamente.

    Un elevato investimento iniziale spesso diventa l'argomento principale contro la ventilazione a efficienza energetica.

    Caratteristiche di diversi tipi di scambiatori di calore

    Il design del recuperatore determina il diagramma di flusso del refrigerante, l'efficienza del sistema di ventilazione, la classe di consumo energetico e il costo dell'apparecchiatura. Sono utilizzate cinque varianti di scambiatori di calore: piastra, rotante, tubi di calore, dispositivi a camera e modelli con un refrigerante intermedio.

    Scambiatore di calore a piastre - semplicità di costruzione

    La base dello scambiatore di calore è una camera sigillata con un numero di condotti paralleli. I canali sono separati da divisori - piastre termoconduttive in acciaio o alluminio.

    I flussi di gas si spostano uno verso l'altro, si intersecano nella cassetta del recuperatore, ma non si mescolano. Lo scambio termico viene effettuato a causa di un raffreddamento e riscaldamento di lastre da diversi lati.

    Vantaggi dello scambiatore di calore incrociato:

    • Semplicità di installazione e regolazione delle apparecchiature;
    • eliminazione del contatto delle masse d'aria;
    • prezzo accessibile e dimensioni compatte;
    • assenza di sfregamento e parti mobili.

    L'indice di efficienza varia nel range del 40-70%.

    Lo svantaggio principale del modello di piastra è la sedimentazione della condensa nel canale di scarico e la formazione di ghiaccio in inverno. Per scongelare l'unità, il getto in ingresso viene reindirizzato attorno allo scambiatore di calore e un deflusso di calore scioglie il ghiaccio sulle piastre.

    Ci sono due modi per risolvere il problema:

    1. Preriscaldare il flusso d'aria in ingresso a una temperatura alla quale è esclusa la formazione di ghiaccio.
    2. Recuperatore con piastre di cellulosa igroscopiche. Il materiale assorbe l'umidità dalle masse d'aria di scarico e la trasferisce ai flussi in entrata.

    Quando si sceglie uno scambiatore di calore a croce, è necessario tenere conto delle caratteristiche operative delle piastre. Le loro caratteristiche dipendono dal materiale di fabbricazione:

    1. Il foglio di alluminio è un costo accessibile, ma prestazioni limitate in inverno. Inoltre, non è raccomandato per i locali residenziali a causa dell'asciugatura all'aria. Modifiche con alluminio "stuffing" - la migliore opzione per bagni e piscine.
    2. Partizioni in plastica - a un prezzo simile a quello dei prodotti in metallo, ma differiscono per prestazioni migliorate.
    3. Scambiatore di calore in cellulosa - impedisce il congelamento e mantiene un normale contenuto di umidità all'interno.

    Lo scambiatore di calore igroscopico è il più economico e ottimale per la ventilazione degli edifici residenziali.

    Recuperatore rotativo - alta efficienza del sistema

    Lo scambiatore di calore è presentato sotto forma di un cilindro riempito con intercalari di metallo corrugato. Mentre l'unità tamburo ruota, flussi d'aria caldi o freddi entrano alternativamente in ciascun compartimento.

    L'efficienza di trasferimento del calore è determinata dalla velocità di rotazione del rotore, l'efficienza operativa può essere regolata.

    Argomenti "per" recuperatore rotante:

    • recupero di calore fino al 65-90%;
    • consumo economico di elettricità;
    • compensazione parziale dell'umidità - si può fare a meno di un umidificatore;
    • periodo di ammortamento - fino a 4 anni.

    Nonostante l'elevata efficienza, lo scambiatore di calore a tamburo non è diventato il leader tra le installazioni simili. Gli svantaggi del sistema di ventilazione:

    1. La mescolanza di aria inquinata nell'afflusso. Attraverso i microcanali, le masse di scarico e di alimentazione circolano a turno, quindi circa il 3-8% del "work-out" ritorna. Il tamburo trasmette spesso l'odore dell'aria in uscita.
    2. Complessità di costruzione. Le parti rotanti del rotore necessitano di manutenzione periodica e sostituzione periodica. Gli elementi mobili emettono rumore e vibrazioni durante il funzionamento.
    3. Alto costo Il prezzo per i modelli rotanti è superiore a quello dei prodotti lastra. Ciò è dovuto all'uso di complessi meccanismi nella costruzione dello scambiatore di calore a tamburo.
    4. Taglie più grandi L'installazione viene eseguita in una spaziosa camera di ventilazione.

    A causa della pesantezza, le piante rotanti sono utilizzate principalmente in impianti industriali.

    Scambiatori di calore associati - modello a glicole

    L'unità di recupero con un refrigerante intermedio a causa delle sue caratteristiche di progettazione viene spesso indicata come scambiatore di calore rilegato o aggregato ghololeano. Questo è uno dei sistemi di recupero del calore più flessibili. Uno scambiatore di calore si inserisce nel condotto di alimentazione e il secondo nella cappa.

    Principio di funzionamento La composizione di glicole circola tra gli scambiatori di calore. La temperatura del portatore di calore aumenta a causa del flusso di scarico riscaldato, e quindi l'energia termica viene trasferita all'aria fresca. Il sistema chiuso elimina la miscelazione delle masse d'aria in arrivo.

    Caratteristiche degli scambiatori di calore con liquido di raffreddamento:

    • Efficienza - 45-55%;
    • regolazione dell'efficienza mediante la pompa - viene scelta la velocità del movimento antigelo;
    • Possibilità di posizionare i condotti dell'aria di mandata e di scarico a distanza l'uno dall'altro (fino a 800 m);
    • il recuperatore è installato verticalmente o orizzontalmente;
    • in caso di forte brina la superficie dello scambiatore di calore di scarico si congela: appare il ghiaccio; l'uso di antigelo consente di azionare il recuperatore senza ricorrere allo sbrinamento;
    • periodo di ammortamento del sistema - fino a 2 anni;
    • È possibile una combinazione di 1 estratto e più affluenti, o viceversa.

    Il volume di aria da rimuovere e consegnare deve essere approssimativamente uguale. Tali recuperatori vengono solitamente utilizzati se l'afflusso è tossico o altamente contaminato quando la miscelazione dei flussi è inaccettabile.

    Unità della camera - universalità dell'applicazione

    Strutturalmente, lo scambiatore di calore a camera è una scatola chiusa separata all'interno da una serranda mobile. La partizione di apertura definisce lo schema operativo del recuperatore.

    Di conseguenza, l'afflusso si sposta lungo le pareti calde del primo condotto dell'aria, e il "work off" riscalda la superficie della seconda camera. Ad un certo punto, il setto diventa indietro e il ciclo si ripete.

    Vantaggi dell'unità di scambiatore di calore a camera:

    • Efficienza: 80-90%;
    • in combinazione con l'isolamento termico di alta qualità, i costi di riscaldamento sono ridotti al minimo;
    • Semplicità di installazione: è necessario l'aiuto di esperti per una scelta dei parametri di un'installazione di ventilazione;
    • conservazione del livello di umidità;
    • il congelamento del sistema è escluso.

    Il recuperatore di camera è un'opzione eccellente per le regioni in cui per un lungo periodo vi è uno squilibrio significativo tra la temperatura interna ed esterna.

    Gli svantaggi del recuperatore di calore includono:

    • la necessità di una manutenzione regolare delle parti mobili;
    • i getti d'aria in arrivo sono parzialmente mescolati - odori e impurità possono rifluire nell'edificio.

    Per ridurre la miscela, il sistema è dotato di un filtro. L'aria diventa più pulita, ma l'efficienza del recuperatore cade.

    Condotti termici - sistema di scambio termico chiuso

    Il recuperatore è costituito da un numero di tubi di rame o di alluminio riempiti con una sostanza volatile, ad esempio il freon. Il principio dello scambiatore di calore tubolare si basa su processi fisici: il cambiamento nello stato della sostanza quando riscaldato.

    Il gas sale e emette l'energia termica per l'afflusso, dopo di che il freon si condensa e scorre lungo il recuperatore. Il ciclo termico si ripete in cerchio.

    Caratteristiche tecniche e operative dello scambiatore di calore tubolare:

    • l'efficienza del dispositivo è fino al 65%;
    • Funzionamento silenzioso a causa della mancanza di elementi mobili;
    • Semplicità di design e senza pretese nel servizio;
    • dimensioni compatte e peso leggero;
    • indipendenza energetica: il liquido di raffreddamento circola in modo naturale;

    Un vantaggio significativo è che i flussi d'aria dell'ingresso e il flusso di ritorno non si mescolano.

    Lati deboli delle condutture di calore:

    • l'alta efficienza si ottiene in un intervallo ristretto di temperature - con un improvviso surriscaldamento tutto il Freon evapora e, con riscaldamento insufficiente, l'intensità della vaporizzazione rallenta;
    • tubi a bassa resistenza: la modifica della forma o la depressurizzazione riducono le prestazioni delle apparecchiature.

    I recuperatori tubolari sono utilizzati nell'edilizia privata, negli edifici amministrativi, negli uffici e nelle piccole aree industriali.

    Modi di organizzazione della ventilazione recuperativa

    Il recupero è dotato di uno dei metodi: centralizzato e decentralizzato. Nel primo caso, la ventilazione scorre attraverso lo scambiatore di calore dall'intera stanza, nella seconda da una stanza.

    Complesso centralizzato - sistema di alimentazione e scarico

    Il sistema centralizzato è equipaggiato in fase di costruzione o importante modernizzazione del sistema di ventilazione.

    PVU con recuperatore fornisce sufficiente ricambio d'aria anche in case con finestre sigillate. In questo caso, i flussi d'aria sono distribuiti in modo uniforme, senza creare bozze.

    Gli impianti monoblocco complessi sono dotati di:

    • ventilatori: rifornimento continuo di aria pulita ed espulsione di getti saturi di anidride carbonica;
    • riscaldatori - preriscaldare l'afflusso;
    • filtri - trattenere polvere e microparticelle;
    • recupero di calore.

    Il funzionamento di alcuni provider di servizi condivisi è esteso dal timer di ritardo, dal regolatore di potenza, dai sensori del livello di umidità e così via.

    Recuperativi PVU monoblocco prodotti da Vents (Ucraina), Dantherm (Danimarca), Daikin (Giappone) e Dantex (Inghilterra) si sono dimostrati efficaci.

    Unità locali - Oltre al sistema di ventilazione esistente

    Per ripristinare la circolazione delle masse d'aria nella sala operatoria sono opportune fonti decenti decentralizzate con recupero di calore.

    Tagliano la facciata dell'edificio o sono montati attraverso una finestra.

    Caratteristiche dei sistemi di ventilazione decentralizzati con recupero:

    • Efficienza - 60-96%;
    • bassa produttività: i dispositivi sono progettati per fornire ricambio d'aria nei locali fino a 20-35 mq;
    • costi accessibili e una vasta gamma di unità, che vanno dalle valvole a parete convenzionali ai modelli automatizzati con un sistema di filtrazione multistadio e la capacità di regolare l'umidità;
    • semplicità di installazione - non è richiesta la messa in servizio dei condotti dell'aria per la messa in servizio.

    Produttori popolari di recuperatori locali: Prana (Ucraina), O. Erre (Italia), Blizzard (Germania), Vents (Ucraina), Aerovital (Germania).

    Video utile sull'argomento

    Confronto del lavoro di ventilazione naturale e sistema forzato con recupero:

    Il principio del recuperatore centralizzato, il calcolo dell'efficienza:

    La progettazione e il funzionamento di uno scambiatore di calore decentralizzato utilizzando l'esempio di una valvola a parete Prana:

    Attraverso il sistema di ventilazione dalla stanza prende circa il 25-35% del calore. I recuperatori sono utilizzati per ridurre le perdite e il recupero efficiente del calore. Le attrezzature climatiche consentono di utilizzare l'energia dei materiali di scarto per riscaldare l'aria in ingresso.